Salute

Inaspettatamente, questi sono 6 modi di trasmettere l'HIV di cui essere a conoscenza

L'HIV è un virus che può attaccare il sistema immunitario e può essere trasmesso da persona a persona. L'HIV può essere trasmesso in diversi modi, alcuni dei quali non ci aspettiamo nemmeno. Allora, com'è la trasmissione dell'HIV che dobbiamo capire?

L'HIV stesso non può essere effettivamente trasmesso attraverso aria, acqua, saliva e lacrime, sudore, baci, insetti o animali e servizi igienici usati. Molti si sbagliano su questo. Pertanto, è molto importante conoscere l'effettiva modalità di trasmissione dell'HIV.

Leggi anche: Varie su HIV e AIDS che devono essere comprese

Che cos'è l'HIV?

Virus dell'immunodeficienza umana (HIV) è un virus che attacca le cellule che aiutano il corpo a combattere le infezioni. Questo rende una persona più suscettibile a infezioni o malattie. Se non trattato, l'HIV può causare l'AIDS.

La consapevolezza dell'HIV è aumentata costantemente negli ultimi anni.

Sebbene continui a essere un grave problema di salute globale, con il crescente accesso a un'efficace prevenzione, diagnosi e trattamento dell'HIV, l'infezione da HIV è diventata un problema di salute cronico che può essere controllato.

Questa condizione consente a molte persone di convivere con l'HIV e di avere una vita lunga e sana.

Sintomi dell'HIV

Secondo l'OMS, i sintomi dell'HIV dipendono dallo stadio dell'infezione. Sebbene nei primi mesi di infezione una persona che ha l'infezione possa essere molto contagiosa, molti non sono consapevoli del loro stato fino a quando non raggiungono uno stadio avanzato.

Nella prima settimana di infezione, di solito non avrai sintomi o potresti sentirti come un'influenza con sintomi come febbre, mal di testa, eruzioni cutanee o mal di gola.

Poiché questa infezione può causare un graduale declino del sistema immunitario, si possono manifestare altri sintomi come linfonodi ingrossati, perdita di peso, febbre, diarrea e tosse.

Senza trattamento, puoi sviluppare malattie gravi come la tubercolosi (TB), la meningite criptococcica, gravi infezioni batteriche e tumori come il linfoma e il sarcoma di Kaposi.

Fattori di rischio per la trasmissione dell'HIV

I comportamenti e le condizioni che possono diffondere l'HIV sono i seguenti:

  • Sesso anale o vaginale non protetto
  • Condivisione di aghi contaminati
  • Esecuzione di iniezioni non sicure, donazioni di sangue o trapianti di tessuti.

Come si trasmette l'HIV

Per ridurre il rischio di trasmissione, è necessario comprendere come si diffonde l'HIV.

Questo virus può diffondersi in vari modi. Segnalazioni da varie fonti, ecco le modalità di trasmissione dell'HIV che devi conoscere.

1. Contatta i fluidi corporei con chi soffre

Il modo generale di trasmettere l'HIV è attraverso fluidi corporei come sangue, sperma, fluidi rettali, fluidi vaginali o persino latte materno. Questi fluidi corporei entrano nel sangue attraverso le membrane mucose, come il rivestimento della vagina, del retto o dell'apertura del pene.

Non solo, una persona può anche essere infettata dall'HIV se i fluidi corporei del paziente entrano attraverso la pelle rotta, come le ferite.

L'HIV può essere trasmesso attraverso il sesso anale?

Puoi contrarre l'HIV dal sesso anale se hai rapporti sessuali non protetti con qualcuno con l'HIV. A questo proposito, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) osservano quanto segue:

  • Il sesso anale è il tipo di sesso più a rischio di trasmissione dell'HIV.
  • Le parti passive nel sesso anale sono più a rischio di contrarre l'HIV rispetto a quelle attive. Questo perché il rivestimento dell'ano è molto sottile e può essere un punto di ingresso per l'HIV durante il sesso anale.
  • Le parti attive hanno anche il rischio di contrarre l'HIV perché questo virus può entrare nel corpo attraverso le aperture nella testa del pene, il cuoio capelluto del pene per coloro che non sono stati circoncisi, abrasioni o ferite su qualsiasi parte del pene.

Puoi contrarre l'HIV dal sesso vaginale?

Puoi contrarre l'HIV dal sesso vaginale se lo fai con un partner che ha già l'HIV senza usare la protezione.

A questo proposito il CDC fa una nota speciale:

  • Il sesso vaginale è meno rischioso come mezzo di trasmissione dell'HIV rispetto al sesso anale.
  • Sia gli uomini che le donne che hanno rapporti sessuali possono contrarre l'HIV durante il sesso vaginale.
  • La maggior parte delle donne che hanno l'HIV lo ottengono da questa attività sessuale. L'HIV di solito entra attraverso le mucose che rivestono la vagina e la cervice.
  • Gli uomini possono contrarre l'HIV da questa attività sessuale. La ragione, i fluidi vaginali e il sangue possono trasportare l'HIV. Gli uomini possono contrarre l'HIV da aperture nella testa del pene, il prepuzio del pene non circonciso, abrasioni o piaghe su qualsiasi parte del pene.

Puoi contrarre l'HIV dal sesso orale?

Sebbene rari, i testi orali possono anche essere un modo per diffondere l'HIV. Il motivo è che c'è un trasferimento di fluidi corporei quando fai questa attività sessuale.

Il fattore di rischio che causa l'infezione di questa malattia è l'eiaculazione in bocca in presenza di problemi di salute come afte e gengive sanguinanti.

Un altro rischio è la presenza di piaghe genitali e la presenza di malattie sessualmente trasmissibili in te o nel tuo partner.

Pratiche di sesso sicuro contro l'HIV

Usare il preservativo regolarmente e correttamente è il modo migliore per prevenire la trasmissione dell'HIV e di altre malattie sessualmente trasmissibili. I preservativi possono fungere da barriera allo sperma e ai fluidi vaginali.

Usa sempre preservativi in ​​lattice, non di montone o quelli fatti in casa che hanno un basso livello di sicurezza. Secondo il CDC, i preservativi possono ridurre il rischio di trasmissione fino all'80% quando si fa sesso con qualcuno con l'HIV.

Tuttavia, l'uso del preservativo non è sicuro al 100%. Soprattutto se perde la spina sbagliata o il preservativo. Pertanto, se sei sessualmente attivo, verifica sempre la possibilità dell'HIV o di altre malattie sessualmente trasmissibili.

Se non hai l'HIV ma il tuo partner ha questa malattia, puoi ridurre il rischio di diffusione dell'HIV dai rapporti sessuali utilizzando la profilassi pre-esposizione (PrEP) che può ridurre il rischio di trasmissione fino al 92 percento.

2. Come si trasmette l'HIV da madre a figlio

L'HIV può essere trasmesso da madre a figlio mentre è ancora nell'utero, durante il parto o durante l'allattamento. Tuttavia, questo metodo è raro con l'avanzare della prevenzione e del trattamento dell'HIV.

In questo caso il CDC osserva:

  • Questa trasmissione è chiamata trasmissione perinatale o trasmissione da madre a figlio.
  • La trasmissione da madre a figlio è il modo più comune in cui un bambino ha la malattia da HIV.
  • Si raccomanda alle donne in gravidanza di sottoporsi al test per l'HIV e di sottoporsi immediatamente a un trattamento per l'HIV se risultano positive. Questo per ridurre l'incidenza dei bambini nati con l'HIV.
  • Il rischio di trasmissione ai bambini può essere ridotto all'1% se le madri con HIV assumono regolarmente i farmaci prescritti durante la gravidanza e il parto e somministrano farmaci per l'HIV ai bambini per 4-6 settimane dopo la nascita.

3. Come trasmettere l'HIV attraverso la condivisione di aghi

L'HIV può essere trasmesso anche condividendo o utilizzando lo stesso ago di una persona infetta. Ad esempio, una siringa o un'altra attrezzatura utilizzata per iniettare droghe a qualcuno che ha l'HIV.

Le siringhe non sterilizzate usate per fare i tatuaggi possono essere un mezzo per la trasmissione dell'HIV. I virus che attaccano il sistema immunitario possono essere trasmessi anche attraverso il piercing.

Trasmissione dell'HIV attraverso aghi per tatuaggi e piercing se:

  • I pazienti che si sottopongono a procedure di tatuaggio o piercing hanno molti virus nel sangue
  • Il paziente ha un'emorragia significativa sull'apparecchiatura
  • L'attrezzatura non viene sterilizzata tra i clienti
  • Il sangue proveniente da apparecchiature contaminate entra quindi nel corpo di una persona in quantità significative.

4. Trasmissione dell'HIV attraverso trasfusioni di sangue

Il rischio di diffondere l'HIV attraverso il sangue è molto alto. Secondo il CDC, la trasfusione diretta è il più alto rischio di trasmissione dell'HIV. Sebbene non sia comune, ricevere una trasfusione di sangue da un donatore che ha l'HIV può aumentare il rischio di diffusione dell'HIV.

Secondo il CDC, per ogni 10.000 trasfusioni da donatori con HIV, questo virus può diffondersi 9.250 volte, lo sai!

Ma non preoccuparti, perché dal 1985 le banche del sangue hanno implementato misure e controlli rigorosi per identificare il sangue con l'HIV. Ora tutto il sangue donato viene rigorosamente testato per l'HIV.

Quindi qualsiasi donatore con HIV sarà immediatamente bandito. Di conseguenza, il rischio di diffusione dell'HIV dalle trasfusioni di sangue è molto basso.

5. Come trasmettere l'HIV dai saloni di bellezza

Sebbene la trasmissione dell'HIV dai dispositivi menicure sia molto bassa, si dovrebbe anche essere consapevoli che i manipoli non sterilizzati possono anche trasmettere l'HIV o l'epatite C.

Il rischio di questa trasmissione diventa maggiore se una persona ha una ferita o altri danni alla pelle.

Per prevenire la trasmissione dal salone, è necessario trattare correttamente l'attrezzatura del salone, ad esempio utilizzando acqua calda e sapone antibatterico, quindi sterilizzare l'attrezzatura immergendola in acqua calda o pulendo l'attrezzatura con alcool.

Leggi anche: Prevenire l'AIDS, trattare precocemente i sintomi dell'HIV

6. Trasmissione dell'HIV agli operatori sanitari

Anche gli operatori sanitari sono a rischio di contrarre l'HIV. Gli operatori sanitari possono contrarre l'infezione se pungono accidentalmente con aghi o altri strumenti affilati che sono stati contaminati dall'HIV.

Segnalato da medicofamiglia.org, il rischio di contrarre l'HIV dagli aghi è inferiore all'1%, mentre il rischio di contrarre l'HIV dal contatto diretto con i liquidi è inferiore allo 0,1%.

Le cure preventive che riducono la possibilità che l'HIV entri nel flusso sanguigno sono disponibili per gli operatori sanitari che rimangono accidentalmente incastrati in un ago o in un altro dispositivo infetto. Tale trattamento è noto come profilassi post-esposizione o PEP.

Sapere come si trasmette l'HIV può renderci più attenti e più consapevoli di questa infezione. Se hai i sintomi dell'HIV, dovresti consultare immediatamente un medico in modo che non causi altri pericoli.

Assicurati di controllare regolarmente la tua salute e la tua famiglia tramite Good Doctor 24/7. Scarica qui per consultare i nostri partner medici.