Salute

La dismenorrea provoca dolori mestruali straordinari, come superarli?

I tempi che si avvicinano alle mestruazioni e durante le mestruazioni alcune donne sperimentano spesso disturbi fisici come il dolore mestruale. Anche il dolore mestruale non può essere ignorato, se è molto doloroso e dura a lungo, potresti soffrire di dismenorrea.

Se soffri di dismenorrea, le mestruazioni possono essere molto dolorose ed estenuanti perché oltre al dolore, potresti anche manifestare altri sintomi. Vuoi conoscere maggiori dettagli? Vediamo la recensione completa qui sotto, sì!

Cos'è la dismenorrea?

La dismenorrea è un termine medico per i reclami di crampi dolorosi durante le mestruazioni. È normale che si verifichino lievi crampi allo stomaco il primo o il secondo giorno del ciclo, ma il 10% delle donne avverte forti dolori.

E renderli incapaci di funzionare come al solito.

Tipi di dismenorrea

Esistono due tipi di dismenorrea, primaria e secondaria.

1. Dismenorrea primaria

La dismenorrea primaria è il dolore mestruale che non è un sintomo di un disturbo ginecologico sottostante, ma è correlato al normale processo delle mestruazioni. Il dolore di solito si verifica appena prima dell'inizio delle mestruazioni, quando i livelli di prostaglandine aumentano nel rivestimento uterino.

Il primo giorno del periodo mestruale, i livelli sono alti. Man mano che le mestruazioni continuano e il rivestimento uterino si libera, i suoi livelli diminuiscono. Il dolore di solito diminuisce con la diminuzione dei livelli di prostaglandine.

Il dolore può variare da lieve a grave, di solito può durare da 12 a 72 ore e può essere accompagnato da nausea e vomito, affaticamento e persino diarrea.

La dismenorrea primaria è più comune nella tarda adolescenza e nei primi 20 anni. E man mano che invecchi, questo dolore diminuirà e si fermerà quando avrai un bambino.

2. Dismenorrea secondaria

Il dolore da dismenorrea secondaria di solito inizia prima nel ciclo mestruale e dura più a lungo dei normali crampi mestruali e nemmeno dopo la fine delle mestruazioni. Il dolore di solito non è accompagnato da nausea, vomito, affaticamento o diarrea.

È più probabile che la dismenorrea secondaria colpisca le donne da adulte.

Cause di dismenorrea secondaria

La dismenorrea secondaria è il dolore causato da anomalie negli organi riproduttivi femminili, come:

1. Endometriosi

In questa condizione, il tessuto del rivestimento dell'utero si trova all'esterno dell'utero, come nelle ovaie e nelle tube di Falloppio, dietro l'utero e nella vescica. Come il rivestimento dell'utero, il tessuto endometriale si rompe e sanguina in risposta ai cambiamenti ormonali.

Questo sanguinamento può causare dolore, specialmente durante le mestruazioni. Il tessuto cicatriziale chiamato aderenze può formarsi all'interno del bacino dove si verifica il sanguinamento. Le aderenze possono far aderire gli organi, causando dolore.

2. Adenomiosi

Questa è una condizione rara in cui il rivestimento dell'utero cresce nella parete muscolare dell'utero, causando infiammazione, pressione e dolore. Può anche portare a periodi più lunghi o più pesanti.

3. Fibromi

I fibromi sono escrescenze che si formano all'esterno, all'interno o sulla parete uterina. I fibromi situati nella parete uterina possono causare dolore.

4. Stenosi cervicale

La stenosi cervicale è una condizione rara in cui la cervice è così piccola o stretta da rallentare il flusso mestruale, causando un aumento della pressione all'interno dell'utero che provoca dolore.

5. Malattia infiammatoria pelvica

La malattia infiammatoria pelvica è un'infezione dell'utero, delle tube di Falloppio o delle ovaie spesso causata da batteri a trasmissione sessuale che causano infiammazione degli organi riproduttivi e dolore.

Cause di dismenorrea primaria

Si pensa che la dismenorrea primaria sia causata da livelli eccessivi di prostaglandine, gli ormoni che fanno contrarre l'utero durante le mestruazioni e il parto.

Durante le mestruazioni, l'utero si contrae con più forza. Se l'utero si contrae troppo forte, può comprimere i vasi sanguigni circostanti, interrompendo l'apporto di ossigeno al tessuto muscolare uterino.

Il dolore si verifica quando una parte del muscolo perde brevemente il suo apporto di ossigeno.

Fattori di rischio dismenorrea

Ci sono fattori che possono peggiorare il dolore della dismenorrea:

  • Un utero inclinato indietro (utero invertito).
  • Periodi mestruali più lunghi, più pesanti o irregolari.
  • Mancanza di esercizio.
  • Pressione psicologica o sociale.
  • Fumo.
  • Bere alcolici.
  • Sovrappeso.
  • Storia familiare di dismenorrea.
  • Inizia ad avere le mestruazioni prima dei 12 anni.

Sintomi di dismenorrea

Il sintomo principale della dismenorrea è il dolore. Si verifica nel basso addome durante il ciclo e può anche essere sentito nei fianchi, nella parte bassa della schiena o nelle cosce. Altri sintomi possono includere nausea, vomito, diarrea, vertigini, mal di testa o affaticamento.

Per la maggior parte delle donne, il dolore di solito inizia poco prima o all'inizio del ciclo mestruale, raggiunge il picco circa 24 ore dopo l'inizio dell'emorragia e scompare dopo 2 o 3 giorni.

A volte i coaguli o pezzi di tessuto sanguinante dal rivestimento uterino vengono rimossi dall'utero, causando dolore.

Il dolore della dismenorrea può essere spasmodico (crampi pelvici acuti all'inizio del flusso mestruale) o congestizio (dolori e dolori profondi). I sintomi della dismenorrea secondaria spesso iniziano prima nel ciclo mestruale rispetto ai sintomi della dismenorrea primaria e di solito durano più a lungo.

Complicazioni della dismenorrea

La dismenorrea in determinate condizioni può causare complicazioni, ad esempio l'endometriosi può causare problemi di fertilità. La malattia infiammatoria pelvica può danneggiare le tube di Falloppio, aumentando il rischio di fecondazione di un ovulo al di fuori dell'utero (gravidanza ectopica).

Diagnosi di dismenorrea

Se provi dolore doloroso durante le mestruazioni e senti che il dolore non è normale. Puoi verificare con il tuo medico se hai un disturbo di base che sta causando dismenorrea secondaria.

Il medico valuterà la tua storia medica ed eseguirà un esame fisico e pelvico completo. Altri test possono includere:

1. Ultrasuoni

Questo test utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini degli organi interni.

2. Risonanza magnetica (MRI)

Questo test utilizza grandi magneti, frequenze radio e un computer per creare immagini dettagliate di organi e strutture all'interno del corpo.

3. Laparoscopia

Questa procedura minore utilizza un laparoscopio. È un tubo sottile con una lente e una luce. Viene inserito in un'incisione nella parete addominale.

I medici usano un laparoscopio per esaminare l'area pelvica e addominale, con questo test il medico può rilevare crescite anormali.

4. Isteroscopia

Questo è un esame visivo del canale cervicale e dell'interno dell'utero. Usa un osservatore (isteroscopio) che viene inserito attraverso la vagina.

Trattamento della dismenorrea primaria

La dismenorrea primaria di solito può essere trattata con farmaci come gli analgesici. Il medico può anche darti diverse opzioni farmacologiche, come ad esempio:

1. Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

Puoi trovare questi farmaci senza prescrizione medica o ottenere i FANS con una prescrizione del tuo medico.

2. Sollievo dal dolore

Questi includono opzioni da banco come il paracetamolo (Tylenol) o farmaci antidolorifici più forti.

3. Antidepressivi

A volte vengono prescritti antidepressivi per aiutare a ridurre alcuni degli sbalzi d'umore associati alla sindrome premestruale.

Alcuni medici possono prescrivere farmaci ormonali. I contraccettivi orali possono anche aiutare a ridurre la gravità dei sintomi. Nausea e vomito possono essere alleviati con farmaci antinausea (antiemetici), ma questi sintomi di solito scompaiono senza trattamento quando i crampi si attenuano.

Anche i contraccettivi impiantati e il progesterone IUD, che rilascia bassi livelli di progesterone ormonale, hanno dimostrato di essere molto utili nel ridurre il dolore.

Trattamento della dismenorrea secondaria

Se non rispondi dopo tre mesi di trattamento con FANS e contraccettivi ormonali potresti avere dismenorrea secondaria. Il trattamento per la dismenorrea secondaria varia in base alla causa sottostante.

Diverse procedure come la laparoscopia diagnostica, altri trattamenti ormonali o prove di stimolazione elettrica nervosa transcutanea (TENS) possono essere eseguite per trattare questa malattia. Intervento chirurgico per rimuovere i fibromi o allargare il canale cervicale se è troppo stretto.

In rari casi, un'isterectomia (rimozione chirurgica dell'utero) è un'opzione se altri trattamenti non hanno funzionato e il dolore è grave. Se hai un'isterectomia, non potrai più avere figli.

Questa opzione viene solitamente utilizzata solo se una persona non ha intenzione di avere figli o è alla fine dell'età fertile.

Termini di cura per la dismenorrea

Il trattamento specifico per la dismenorrea sarà determinato dal medico in base a quanto segue:

  • Età, salute generale e anamnesi.
  • Quanto è lontana la condizione.
  • Causa della condizione (primaria o secondaria).
  • La tua tolleranza per determinati farmaci, procedure o terapie.

Trattamento domiciliare dismenorrea

Oltre al trattamento con farmaci, esistono anche diversi trattamenti domiciliari che puoi scegliere per curare la dismenorrea, come ad esempio:

  • Metti una borsa dell'acqua calda sullo stomaco o sulla parte bassa della schiena.
  • Fai una doccia calda.
  • Fare esercizi leggeri come stretching, camminare o andare in bicicletta può aumentare il flusso sanguigno e ridurre il dolore pelvico.
  • Un sacco di riposo.
  • Evita le situazioni stressanti quando si avvicinano le mestruazioni.
  • Alza le gambe o sdraiati con le ginocchia piegate.
  • Ridurre l'assunzione di sale, alcol, caffeina e zucchero per prevenire il gonfiore
  • Yoga.

Puoi anche scegliere altri tipi di trattamento come la terapia alternativa, la fitoterapia o l'agopuntura. Se scegli la fitoterapia, devi stare attento, la fitoterapia è naturale ma ciò non significa che non ci siano effetti collaterali.

I medicinali a base di erbe possono anche reagire con altri medicinali che stai attualmente assumendo. Chieda al medico o al farmacista prima di usare un medicinale a base di erbe.

Quando vedere un dottore

Se il dolore mestruale interferisce con la tua capacità di svolgere le attività di base ogni mese, potrebbe essere il momento di parlare con il tuo ostetrico.

Parlate con il vostro medico dei vostri sintomi e se si verifica uno dei seguenti:

  • I crampi sono accompagnati da diarrea e nausea.
  • Dolore pelvico quando non ha le mestruazioni.
  • Molti coaguli di sangue compaiono durante le mestruazioni.
  • Dolore che continua dopo l'inserimento dello IUD.
  • Almeno tre periodi mestruali dolorosi.

I crampi improvvisi o il dolore pelvico possono essere segni di infezione. L'infezione non trattata può portare a tessuto cicatriziale che danneggia gli organi pelvici e può portare all'infertilità.

Se si dispone di uno dei seguenti sintomi di infezione, consultare immediatamente un medico:

  • Febbre.
  • Forte dolore pelvico.
  • Dolore improvviso, soprattutto se potresti essere incinta.
  • Scarico maleodorante.

Durante l'esame, il medico ti chiederà informazioni sul tuo ciclo mestruale e sui tuoi sintomi.

Queste sono cose sulla dismenorrea che dovresti sapere. Se avverti dolori mestruali che causano crampi come descritto sopra, non esitare a consultare un medico per una diagnosi corretta.

Consulta i tuoi problemi di salute e la tua famiglia attraverso il servizio Good Doctor 24/7. I nostri partner medici sono pronti a fornire soluzioni. Dai, scarica l'applicazione Good Doctor qui!