Salute

Possono verificarsi allergie alla vitamina C? Questo è il fatto!

Finora, la vitamina C è conosciuta come uno dei migliori nutrienti ricchi di benefici per il corpo, come il mantenimento della salute della pelle, degli occhi e degli organi cardiovascolari. Ma lo sapevi che il contenuto di questa vitamina può anche scatenare allergie?

Sembra strano, ma è un dato di fatto. In determinate condizioni, una persona può manifestare sintomi di allergia dopo aver assunto questa vitamina. Come potrebbe essere? Dai, guarda la seguente spiegazione.

Panoramica sulla vitamina C

La vitamina C è uno dei nutrienti importanti di cui il corpo ha bisogno per mantenere la funzione di un certo numero di organi. In esso c'è l'acido ascorbico che ha molti benefici, soprattutto come antiossidante. Questo contenuto svolge anche un ruolo nella prevenzione e nel superamento di vari problemi di salute.

Secondo una pubblicazione della National Library of Medicine degli Stati Uniti, frutta e verdura sono le migliori fonti di vitamina C. Circa il 90 percento del fabbisogno vitaminico giornaliero totale dell'uomo deriva da loro.

L'alto contenuto di acido ascorbico si trova in broccoli, pomodori, manghi e agrumi come arance e lime. Sfortunatamente, una persona può manifestare segni di allergia dopo averlo consumato. Come è successo?

Leggi anche: Questi sono una miriade di benefici della vitamina C che dovresti conoscere

Spiegazione scientifica dell'allergia alla vitamina C

Secondo uno studio pubblicato su Il giornale coreano di medicina, l'allergia alle vitamine è un caso molto raro, la percentuale è addirittura inferiore allo 0,1 per cento. Alcuni esperti stanno ancora discutendo di questo.

The Asthma and Allergy Foundation of America (AAFA) definisce l'allergia come una risposta esagerata del sistema immunitario a sostanze esterne. In questo caso, la vitamina C non è prodotta dall'organismo, ma dall'assunzione di cibo. Pertanto, la vitamina C è classificata come un "corpo estraneo".

Normalmente, il sistema immunitario produce determinati composti chimici che funzionano per combattere le sostanze estranee dannose. In determinate condizioni, l'acido ascorbico presente nella vitamina C è riconosciuto come il 'nemico' che deve essere distrutto.

Uno studio condotto negli Stati Uniti ha spiegato che quasi tutti i casi di allergia alla vitamina C sono causati da un'assunzione eccessiva. Questa condizione attiva il sistema immunitario e quindi lo percepisce come una minaccia per l'equilibrio di altri nutrienti.

Sintomi di un'allergia alla vitamina C

Secondo l'AAFA, In generale, tutti i tipi di allergie hanno gli stessi sintomi, compresa la vitamina C. Il segno più comune è la comparsa di macchie rosse, che si notano raramente, come la stanchezza.

La comparsa di macchie rosse accompagnate da prurito è causata dal rilascio di istamina, un composto prodotto dal sistema immunitario incaricato di reagire alla pelle. Quando sei allergico, i livelli di istamina aumenteranno. Inoltre, altri sintomi che possono verificarsi includono:

  • Occhi pieni di lacrime
  • Appaiono prurito agli occhi
  • naso pruriginoso
  • Starnuto
  • Sintomi influenzali come il raffreddore
  • Tosse
  • Crampi allo stomaco
  • Gonfio
  • Diarrea
  • Gonfiore in alcune parti del corpo
  • suono sibilante

Come affrontare l'allergia alla vitamina C

Superare un'allergia alla vitamina C non è una cosa facile. Perché, di solito questa vitamina viene utilizzata per trattare varie malattie o problemi di salute. Allora, cosa succede se il corpo dà effettivamente una reazione negativa a questa vitamina?

Come spiegato sopra, la maggior parte dei casi di allergia alla vitamina C è scatenata da un consumo eccessivo. L'allergia all'acido ascorbico è più comune a causa dell'assunzione da fonti sintetiche o artificiali, come gli integratori.

Pertanto, se hai questa allergia, è necessario fare un esame approfondito e testare, limitare il consumo di frutta con un contenuto dominante di vitamina C, come le arance. Anche quando vuoi assumere integratori, parla prima con il tuo medico in modo da non causare sintomi di allergia.

Leggi anche: Questa è una fila di frutta, contiene alta vitamina C

Qual è il fabbisogno giornaliero totale di vitamina C?

La vitamina C svolge un ruolo importante nel corpo umano, quindi la sua assunzione deve essere soddisfatta. Un'assunzione insufficiente può abbassare l'immunità, mentre un consumo eccessivo può anche causare allergie.

secondo Facoltà di Medicina di Harvard, L'assunzione giornaliera raccomandata di vitamina C per gli adulti è di 75 mg e 120 mg per le donne in gravidanza o in allattamento. Mentre il limite massimo è di 2.000 mg al giorno. Inoltre, il corpo reagirà come i sintomi di cui sopra.

Bene, questa è una revisione delle allergie alla vitamina C che devi sapere. Se i sintomi persistono nonostante la corretta assunzione, consultare immediatamente un medico. Rimani in salute, sì!

Assicurati di controllare regolarmente la tua salute e quella della tua famiglia tramite Good Doctor 24/7. Scarica qui per consultare i nostri partner medici.