Salute

Sanguinamento vaginale dopo la menopausa? Queste 6 cause e trattamenti

La menopausa è una condizione in cui una donna non ha più cicli mestruali, che di solito si verifica dopo i 50 anni. Tuttavia, non poche donne che sperimentano sanguinamento vaginale dopo la menopausa, anche se non hanno le mestruazioni.

Quindi, è normale che il sanguinamento si verifichi dopo che una donna entra in menopausa? Cosa l'ha causato? Dai, scopri la risposta con la seguente recensione!

Sanguinamento dopo la menopausa, è normale?

Citato da Clinica Mayo, Il sanguinamento dopo la menopausa non è generalmente qualcosa di normale. Il sanguinamento che può verificarsi non conosce il tempo, ad esempio anni dopo l'ingresso in menopausa.

Il sanguinamento può verificarsi a causa dell'attività fisica e delle perdite vaginali, può scomparire dopo un giorno o una settimana. Tuttavia, la maggior parte del sanguinamento dopo la menopausa è causata da problemi o problemi di salute negli organi riproduttivi e si verifica per lungo tempo.

Pertanto, per determinare il pericolo o meno, è necessario effettuare una visita medica per scoprire cosa sia realmente accaduto.

Cause di sanguinamento vaginale dopo la menopausa

Ci sono molte cose che possono far sanguinare dalla vagina una donna dopo la menopausa. Nella maggior parte dei casi, l'innesco non è dovuto alle mestruazioni, ma a problemi o problemi di salute negli organi riproduttivi, come:

1. Polipi uterini

I polipi nell'utero possono essere la causa del sanguinamento vaginale anche quando non hai le mestruazioni. Questa è una nuova crescita di tessuto che di solito non è cancerosa. Sebbene benigni, alcuni polipi a volte possono diventare cancerosi.

L'unico sintomo riscontrato dalla maggior parte dei pazienti con polipi è il sanguinamento vaginale irregolare. Sebbene comuni nelle donne che sono entrate in menopausa, i polipi uterini possono colpire anche le persone più giovani.

2. Iperplasia endometriale

Il sanguinamento dopo la menopausa può essere causato dall'iperplasia endometriale. Questa condizione è innescata da troppi estrogeni senza essere bilanciata da adeguati livelli di progesterone. L'endometrio è il tessuto all'interno dell'utero.

Questa condizione può anche derivare dall'uso a lungo termine di ormoni estrogeni aggiuntivi. Se non trattata immediatamente, si teme che l'iperplasia endometriale possa trasformarsi in cancro.

3. Cancro dell'endometrio

Il cancro nel tessuto endometriale può far sanguinare dalla vagina una donna dopo la menopausa. Questa malattia spesso fa sentire a chi ne soffre dolore pelvico e sanguinamento anomalo. In generale, il cancro dell'endometrio può essere rilevato precocemente.

4. Atrofia endometriale

Quando si entra in menopausa, una donna sperimenterà una forte diminuzione dei livelli ormonali. Ciò avrà un impatto sull'assottigliamento del rivestimento delle cellule e dei tessuti uterini come l'endometrio.

L'atrofia endometriale spesso fa sì che la vagina sia più secca, meno flessibile e più suscettibile a infiammazioni o infezioni. I sintomi possono essere: avvistare (scarico marrone), prurito, dolore e arrossamento degli organi femminili.

5. Cancro cervicale

La prossima causa di sanguinamento vaginale dopo la menopausa è il cancro del collo dell'utero. Questo cancro si diffonde intorno alla cervice e alle aree circostanti. Citato da linea della salute, Il cancro cervicale tende ad apparire e svilupparsi lentamente.

I medici a volte possono identificarlo solo dopo regolari controlli di routine su base regolare. Oltre all'emorragia anormale, le donne con cancro cervicale spesso avvertiranno dolore (specialmente durante il sesso) e sperimenteranno perdite vaginali anormali.

6. Infezioni sessualmente trasmissibili

Le infezioni sessualmente trasmissibili possono capitare a chiunque, comprese le donne che sono entrate in menopausa. Alcune infezioni a trasmissione sessuale come la gonorrea e la clamidia possono causare sanguinamento vaginale.

Tuttavia, la malattia è più incline a manifestarsi nelle donne che sono ancora sessualmente attive rispetto a quelle che non lo sono. Inoltre, le donne che hanno infezioni a trasmissione sessuale spesso sperimentano anche: avvistamento.

Leggi anche: Sanguinamento durante il sesso? Conosci la causa e come superarla

Cosa fare?

Se avverti sanguinamento dopo la menopausa, l'unica cosa che puoi fare è consultare un medico. Il medico eseguirà test fisici come un pap test e un esame pelvico. Se necessario, verranno effettuati ulteriori controlli, quali:

  • ecografia transvaginale, Questo è un esame per vedere le condizioni delle ovaie, dell'utero e della cervice.
  • isteroscopia, vale a dire l'esame utilizzando uno strumento come un binocolo da fibre ottiche nella cervice per verificare lo stato del tessuto endometriale.

Per il trattamento stesso dipende dal fattore scatenante. I medici possono prescrivere creme a base di estrogeni, eseguire procedure per rimuovere polipi, terapia ormonale sostitutiva, isterectomia (rimozione dell'utero), chemioterapia e radioterapia se la causa è il cancro.

Bene, questa è una revisione della condizione del sanguinamento vaginale dopo la menopausa e una serie di cause. È necessaria una visita medica per scoprire cosa sia realmente accaduto.

Consulta i tuoi problemi di salute e la tua famiglia attraverso il servizio Good Doctor 24/7. I nostri partner medici sono pronti a fornire soluzioni. Dai, scarica l'applicazione Good Doctor qui!