Salute

Può innescare le contrazioni, questo è il tipo di medicina a base di erbe che alle donne incinte è vietato consumare!

Durante la gravidanza, ci sono diversi tipi di bevande che dovrebbero essere evitate perché possono innescare le contrazioni, comprese le erbe. Lo stesso Jamu è una miscela di erbe tradizionale che si crede sia ereditaria per nutrire il corpo.

Tuttavia, non tutti possono consumare erbe, specialmente le donne in gravidanza. Bene, per saperne di più sui tipi di erbe il cui consumo è vietato alle donne in gravidanza, vediamo la seguente spiegazione.

Leggi anche: I vantaggi del dispositivo contraccettivo IUS, in cosa differisce dallo IUD?

Quali tipi di erbe è vietato consumare alle donne incinte?

Per mantenere la salute del feto nell'utero, si raccomanda alle donne in gravidanza di evitare diversi tipi di erbe, una delle quali è la fitoterapia. Segnalato da gravidanza americana, anche se le erbe sono naturali, ma non tutti i tipi possono essere consumati durante la gravidanza.

La Food and Drug Administration o la FDA esorta le donne in gravidanza a non consumare prodotti a base di erbe o erbe senza parlare con un operatore sanitario. Alcuni tipi di erbe o ingredienti tradizionali che devono essere evitati durante la gravidanza includono quanto segue:

Curcuma

Fondamentalmente, la curcuma è sicura da consumare durante la gravidanza in piccole quantità. Tuttavia, le donne dovrebbero evitare di usare integratori o consumare queste spezie sotto forma di droghe o bevande come le erbe.

La curcuma contiene curcumina che, se consumata in grandi quantità durante la gravidanza, può alterare i livelli dell'ormone estrogeno nel corpo. Ciò si tradurrà in contrazioni uterine o sanguinamento. Questi effetti possono anche innescare un aborto spontaneo o un travaglio precoce.

Gotu kola or centella asiatica

Gotu kola è una delle erbe che possono essere utilizzate nella medicina tradizionale. I praticanti hanno affermato che la centella asiatica ha benefici per l'aumento della potenza cerebrale, la guarigione della pelle e il mantenimento di fegato e reni sani.

Tuttavia, questa erba in alcuni casi può causare mal di testa, mal di stomaco e vertigini. La centella asiatica non è monitorata dalla FDA ed è nota per contenere livelli dannosi di metalli pesanti se coltivata in terreno contaminato.

Per le donne in gravidanza e in allattamento non è consigliabile consumare questa erba tradizionale. Parla anche con il tuo medico prima di usarlo, soprattutto se hai una malattia al fegato, hai il diabete, il colesterolo alto o stai assumendo determinati farmaci.

Tè in foglie di lampone

Il tè alle foglie di lampone è una tisana a base di foglie della pianta del lampone. Storicamente, questo tè è stato utilizzato nella medicina tradizionale anche come tonico per rafforzare l'utero e favorire il travaglio.

Tuttavia, tieni presente che il tè alle foglie di lampone può aumentare rapidamente il flusso sanguigno, il che può potenzialmente innescare le contrazioni. Se il tè alle foglie di lampone può effettivamente stimolare i muscoli uterini, allora è anche a rischio di provocare contrazioni nel primo trimestre.

Tè in foglie di origano

L'origano è un ingrediente comunemente usato in cucina. Per secoli, l'origano è stato anche usato per trattare una varietà di disturbi, tra cui morsi di serpente, problemi digestivi e problemi mestruali.

Le foglie di origano possono essere messe a bagno in acqua calda e preparate come un tè. Tuttavia, tieni presente che il tè in foglie di origano consumato in grandi quantità può essere tossico e persino mortale.

L'origano può avere un effetto diuretico in cui l'assunzione di grandi dosi può sconvolgere lo stomaco. Le donne incinte che consumano origano possono danneggiare il bambino e rischiare un aborto spontaneo.

Ginseng

La radice di ginseng contiene sostanze chimiche attive chiamate ginsenosidi che sono responsabili delle proprietà medicinali dell'erba. Il ginseng è anche noto per contenere composti antinfiammatori noti come antiossidanti che possono prevenire il danno cellulare causato dai radicali liberi.

Tuttavia, il consumo di tisane a base di ginseng non è raccomandato per il consumo da parte delle donne in gravidanza perché la sua sicurezza non è stata studiata. Se consumata in grandi quantità, questa tisana nei ratti sperimentali può causare anomalie nell'embrione.

Leggi anche: Sicuro e sano, questa è una guida al digiuno per le donne in gravidanza

Assicurati di controllare regolarmente la tua salute e la tua famiglia tramite Good Doctor 24/7. Prenditi cura della tua salute e di quella della tua famiglia con consultazioni regolari con i nostri partner medici. Scarica subito l'applicazione Good Doctor, fai clic su questo collegamento, OK!