Salute

Riconoscere la mastite al seno: infezione del tessuto mammario nelle madri che allattano e come prevenirla

Mamma, quando allatti hai dolore al seno? Se è così, non ignorarlo, perché potrebbe essere mastite mammaria. Secondo i dati dell'OMS, il 10% delle donne che allattano soffre di mastite. Questo di solito si verifica nella prima settimana dopo il parto o l'allattamento.

Tuttavia, ciò non significa che questo sia vissuto solo dalle madri che allattano, sai, anche quelle di voi che non allattano possono soffrire di questa malattia. Soprattutto se sei un fumatore. La mastite è pericolosa? Per saperne di più, vediamo la seguente recensione!

Cos'è la mastite mammaria?

La mastite è una condizione in cui il tessuto mammario diventa anormalmente gonfio o infiammato. Di solito è causato da un'infezione nei dotti mammari. L'infiammazione produce tensione mammaria, gonfiore, calore e arrossamento.

Potresti anche avere febbre e brividi. Di solito questo attacca solo un seno. La mastite colpisce più spesso le donne che allattano (mastite da allattamento). Ma la mastite può verificarsi nelle donne che non allattano e negli uomini.

La mastite da allattamento è comune durante i primi 6 mesi di allattamento. Questo può far sentire le nuove mamme molto stanche. Fa anche smettere di allattare le madri. In effetti, l'allattamento al seno può aiutare a eliminare l'infezione e l'allattamento al seno non danneggerà il bambino.

Man mano che progredisce, la mastite può portare alla formazione di un ascesso mammario. Questa è una raccolta localizzata di pus all'interno del tessuto mammario. I casi gravi di mastite possono essere fatali se non trattati.

Cause di mastite mammaria

Ci sono due ragioni per cui puoi soffrire di mastite mammaria, vale a dire:

1. Latte intasato

La mastite può verificarsi con o senza infezione. Se l'infiammazione si verifica senza infezione, di solito è causata dal latte intasato. Il blocco del latte è un accumulo di latte nel tessuto mammario di una donna che allatta.

Tuttavia, l'infiammazione causata dal latte intasato di solito progredisce in infiammazione con l'infezione. Questo perché il latte intasato fornisce un ambiente in cui i batteri possono crescere.

2. Batteri

La mastite causata dall'infezione è la forma più comune. A volte possono verificarsi danni alla pelle o ai capezzoli. Il batterio, chiamato Staphylococcus aureus, entra nel tessuto mammario, secondo l'American Cancer Society.

Per combattere le infezioni, il corpo rilascia una serie di sostanze chimiche che causano infiammazione.

Altre cause di infezione includono la mastite cronica e una rara forma di cancro chiamata carcinoma infiammatorio.

Mastite mammaria cronica

La mastite cronica si verifica nelle donne che non allattano. Nelle donne in postmenopausa, l'infezione al seno può essere associata a un'infiammazione cronica dei dotti sotto il capezzolo.

I cambiamenti ormonali nel corpo possono causare l'ostruzione dei dotti lattiferi con le cellule morte della pelle.

Questi dotti ostruiti lasciano il seno più aperto alle infezioni batteriche. Le infezioni tendono ad essere resistenti agli antibiotici. Dopo il trattamento, anche la mastite cronica può ripresentarsi.

I sintomi della mastite mammaria

I primi sintomi della mastite possono farti sentire come se avessi l'influenza. Potresti iniziare a tremare e ad ammalarti.

Ci sono alcuni dei sintomi più comuni di mastite sperimentati, come ad esempio:

  • Gonfiore o ingrossamento del seno.
  • Arrossamento.
  • Gonfio.
  • Dolore al tatto.
  • Sensazione di calore al seno.
  • Prurito nel tessuto mammario.
  • Piaghe o piaghe minori sul capezzolo o sulla pelle del seno.
  • Avere perdite anomale dal capezzolo.
  • Sperimentare dolore al seno persistente e inspiegabile.
  • Strisce rosse che si estendono verso le braccia o il petto,

Un altro sintomo è un ascesso mammario, l'ascesso mammario può causare complicazioni di mastite.

Fattori di rischio mastite mammaria

Mamma se sei in buona salute, hai maggiori probabilità di contrarre la mastite al seno piccolo ed è raro. Tuttavia, se hai il diabete, una malattia cronica, l'AIDS o un sistema immunitario compromesso, potresti essere più suscettibile.

Inoltre, ci sono molti altri fattori di rischio che ti rendono più suscettibile, tra cui:

  • Capezzoli doloranti o screpolati.
  • Utilizzare una sola posizione per l'allattamento. L'uso di posizioni diverse aiuta a drenare completamente il seno in modo che non si blocchi il latte.
  • Indossare un reggiseno troppo stretto può bloccare il latte.
  • In precedenza ha avuto mastite durante l'allattamento.
  • Troppo stanco o stressato.
  • Fumo.
  • Mancanza di nutrizione.
  • Piercing al seno.

Diagnosi di mastite mammaria

Per la diagnosi, il medico chiederà informazioni sui sintomi ed esaminerà il seno per il dolore. Il medico ti chiederà quando sono iniziati i sintomi dell'infiammazione e quanto sono stati dolorosi.

Inoltre, il medico ti chiederà se stai allattando e se stai assumendo farmaci. Dopo un esame fisico, il medico potrebbe essere in grado di dire se hai la mastite.

Se stai allattando e si scopre che hai un'infezione grave, o se l'infezione non risponde al trattamento, il medico può chiedere un campione di latte materno. Questo campione sarà testato per identificare i batteri che causano l'infezione.

Ciò consentirà al medico di darti il ​​miglior farmaco possibile, secondo un articolo di American Family Physician. Il cancro al seno infiammatorio può imitare i sintomi della mastite.

Esame e test della mastite mammaria

Esistono diversi esami e test eseguiti per confermare la diagnosi di mastite, come ad esempio:

1. Ultrasuoni

Un test ecografico può essere eseguito se non è chiaro se il gonfiore è causato da un ascesso pieno di liquido o da una massa solida come un tumore.

2. Ultrasuoni

Può aiutare a distinguere tra mastite semplice e ascesso o nella diagnosi di ascessi in profondità nel seno. Questo test non invasivo consente al medico di visualizzare direttamente un ascesso posizionando un'ecografia sul seno.

3. Mammografia o biopsia mammaria

Per quelli di voi che soffrono di mastite ma non stanno allattando o che non funzionano con i farmaci somministrati, di solito viene eseguita una mammografia o una biopsia mammaria. Questa è una misura preventiva perché un raro tipo di cancro al seno può produrre sintomi di mastite.

Complicazioni della mastite mammaria

La mastite non trattata correttamente o dovuta a dotti ostruiti può causare la formazione di una raccolta di pus (ascesso) nel seno. Gli ascessi di solito richiedono un drenaggio chirurgico.

Oltre agli ascessi, un'altra complicazione che può verificarsi è un'infezione fungina. Il trattamento delle infezioni al seno con antibiotici può portare a una crescita eccessiva di lievito nel corpo.

Ciò può causare capezzoli rossi e far sentire il seno caldo e doloroso. Puoi anche trovare queste macchie bianche o rosse nella bocca del bambino.

Per evitare queste complicazioni, parli con il medico non appena sviluppi segni o sintomi di mastite.

Trattamento mastite mammaria

Il trattamento per la mastite di solito varia dagli antibiotici alle procedure chirurgiche minori. Alcuni trattamenti comuni per la mastite includono:

1. Antibiotici

Alcuni antibiotici possono debellare l'infezione batterica che causa la mastite. Non dovresti assumere antibiotici che non siano stati prescritti dal medico. Gli antibiotici vengono utilizzati da 10 a 14 giorni come raccomandato dal medico.

Cephalexin (Keflex) e dicloxacillina (Dycill) sono due degli antibiotici più comunemente selezionati.

Di solito sentirai che i disturbi migliorano entro 2 o 3 giorni dal trattamento. Anche se ti senti meglio, devi comunque assumere antibiotici in modo che i batteri non ritornino e sviluppi una resistenza agli antibiotici.

Se l'infezione peggiora nonostante l'assunzione di antibiotici o se hai un ascesso profondo che richiede un intervento chirurgico. Potrebbe essere necessario essere ricoverati in ospedale e somministrati antibiotici per via endovenosa.

2. Ibuprofene

L'ibuprofene è un farmaco da banco che può essere utilizzato per ridurre il dolore, la febbre e il gonfiore associati alla mastite.

3. Acetaminofene

Il paracetamolo può essere utilizzato anche per ridurre il dolore e la febbre.

Il medico può anche raccomandare di sottoporsi a una procedura chirurgica chiamata incisione e drenaggio. Durante questa procedura, il medico eseguirà una piccola incisione per aiutare a drenare l'ascesso che si è formato a causa dell'infezione.

Mastite mammaria ambulatoriale

Oltre a prendere alcuni farmaci, per aiutare con il trattamento ci sono alcuni che provano quanto segue:

1. Allattamento frequente

Non smettere di allattare dal seno dolorante, anche se ti farà male. Anche se stai assumendo antibiotici, puoi comunque allattare.

Lo svuotamento frequente del seno previene il gonfiore e i dotti ostruiti che possono peggiorare la mastite.

Se necessario, utilizzare un tiralatte per alleviare la pressione e svuotare completamente il seno.

Tuttavia, l'allattamento al seno dovrebbe essere evitato sul seno infetto quando è presente un ascesso.

2. Comprimi acqua calda o fredda

Gli impacchi caldi applicati prima e dopo la poppata possono spesso dare sollievo. Può essere utilizzato anche un bagno caldo.

Se il calore non è efficace, puoi anche usare un impacco di ghiaccio dopo l'allattamento per dare conforto e sollievo.

Evita di usare un impacco di ghiaccio prima di allattare perché può rallentare il flusso del latte.

Fai questo impacco per 15 minuti, 4 volte al giorno.

3. Bevi molta acqua e nutriti a sufficienza

La disidratazione e la cattiva alimentazione possono ridurre la produzione di latte e farti sentire peggio. Bevi molta acqua almeno 10 bicchieri al giorno. Segui una dieta equilibrata e aggiungi 500 calorie in più al giorno durante l'allattamento.

4. Riposo

Riposare quando hai la mastite è molto importante. Rimani a letto tutto il giorno se puoi, mentre dormi, cerca di sollevare le gambe.

Affinché tu possa stare comodo durante il riposo, avvicina il più possibile i tuoi bisogni alla zona del letto, come bere e mangiare. Quindi, quando ne hai bisogno, non devi alzarti dal letto.

Prevenzione della mastite mammaria

La mastite mammaria della mamma può essere prevenuta, usando la giusta tecnica di allattamento al seno. Alcune tecniche di allattamento al seno di base per ridurre il rischio di sviluppare mastite:

  • Il bambino dovrebbe essere attaccato al capezzolo con la bocca spalancata.
  • Lascia che il tuo bambino svuoti un seno prima di passare all'altro.
  • Cambia la posizione del tuo bambino da un lato del seno durante l'allattamento all'altro per aiutare a svuotare tutte le aree del seno.
  • Non indossare reggiseni o coppe per il seno ben aderenti che inumidiscano i capezzoli dopo l'allattamento.
  • Informi il medico o il consulente per l'allattamento se provi dolore ai capezzoli durante l'allattamento.
  • Massaggia delicatamente il seno accarezzando il capezzolo mentre il bambino si nutre.
  • Rilassati durante l'allattamento per favorire la fuoriuscita del latte.
  • Riposa il più possibile.

Se hai la mastite, il tuo latte materno potrebbe avere un sapore salato. Questo non danneggerà il tuo bambino, ma può fargli rifiutare il seno.

Quando senti un nodulo sospetto, che tu stia allattando o meno.

Consulta i tuoi problemi di salute e la tua famiglia attraverso il servizio Good Doctor 24/7. I nostri partner medici sono pronti a fornire soluzioni. Dai, scarica l'applicazione Good Doctor qui!