Salute

Chemioterapia: conoscere la procedura e i suoi effetti collaterali

Quando sentirete il termine chemioterapia, lo assocerete sicuramente al cancro. Sì, questa terapia è davvero un metodo per curare il cancro, indipendentemente dal suo tipo.

Il trattamento chemioterapico varia notevolmente, a seconda della gravità, del tipo di cancro e della diffusione delle cellule tumorali stesse. Quello che devi sapere, questa terapia ha molti effetti collaterali che non dovrebbero essere sottovalutati.

Dai, guarda la recensione completa della seguente chemioterapia.

La chemioterapia a colpo d'occhio

La chemioterapia è un trattamento per i malati di cancro che utilizza farmaci a base di sostanze chimiche con dosi elevate, con l'obiettivo di inibire, fermare e uccidere le cellule tumorali nel corpo.

Dosi più forti di altri farmaci possono ridurre la funzione di un certo numero di organi e causare gravi effetti collaterali. Questa dose è necessaria per bloccare la diffusione delle cellule tumorali che crescono più velocemente della maggior parte delle cellule del corpo.

La chemioterapia è spesso combinata anche con altri metodi di trattamento, come radiazioni, chirurgia e terapia ormonale. Tutto dipende dal tipo di cancro stesso, dalla posizione predominante di diffusione delle cellule, dai trattamenti precedenti e dallo stadio del cancro.

Come funziona la chemioterapia

Sebbene abbia la funzione principale di curare il cancro, la chemioterapia viene effettuata per diversi scopi, tra cui:

  • Allevia i sintomi. Questo è uno dei motivi principali per cui si dovrebbe prendere la chemioterapia. Alleviare i sintomi nei malati di cancro si ottiene inibendo o uccidendo la diffusione delle cellule tumorali stesse.
  • Rileva le cellule tumorali nascoste. Le cellule cancerose che hanno un grave impatto sulla salute di solito sono già in uno stato di crescita. Esistono, infatti, potenziali cellule nascoste che devono essere conosciute al più presto per altre prevenzione.
  • Uccide le cellule rimanenti. La chemioterapia di follow-up può essere eseguita al termine della terapia principale. Di solito, la chemioterapia avanzata viene utilizzata per uccidere le cellule tumorali rimanenti in modo che non crescano e inneschino nuovi tumori.

Leggi anche: Non sbagliare, riconosci le caratteristiche del cancro al seno in base allo stadio

Quanto dura il processo di chemioterapia?

Non esiste un punto di riferimento specifico per la durata della chemioterapia. Tutto dipende dalla gravità e dalla diffusione delle cellule tumorali nel corpo. La chemioterapia può essere eseguita su base giornaliera, settimanale o anche mensile.

I casi di cancro di più di un tipo richiedono un trattamento a lungo termine. Il processo di recupero richiede anche una durata relativamente più lunga.

Fondamentalmente, il trattamento chemioterapico viene eseguito per un giorno, quindi riposa per alcuni giorni, settimane o mesi, per vedere l'effetto. Quindi, continuare con lo stesso trattamento al termine del periodo di riposo.

Questa ripetizione richiede al paziente di avere molta pazienza e disciplina. Perché, non di rado, si verificano disturbi emotivi e mentali dovuti alla lunghezza del periodo di trattamento.

Preparazione alla chemioterapia

Fare la chemioterapia non è facile. Ci vuole disciplina e volontà unanime, perché questa terapia ha effetti e rischi non da poco. Prima di eseguire una procedura terapeutica, subirai una serie di preparativi, tra cui:

  • Esame del sangue. Oltre a monitorare la pressione sanguigna, questo test viene eseguito per determinare le condizioni degli organi interni, come i reni e il fegato. Se ci sono disturbi in questi due organi, il medico non esiterà a ritardare il trattamento.
  • Visita odontoiatrica. Questo esame serve per scoprire se c'è un'infezione nella zona della bocca. Questo è importante, perché lo stesso processo di chemioterapia può ridurre il sistema immunitario del corpo, che funziona per combattere varie infezioni.
  • Pianifica l'impatto a lungo termine. Il processo di chemioterapia può causare infertilità, se stai pianificando di avere figli, è una buona idea per te e il tuo partner conservare gli ovuli e lo sperma per un uso futuro.

Procedure di chemioterapia

Esistono molte procedure chemioterapiche, a seconda del tipo di cancro e della sua gravità. Il medico chiederà il consenso del paziente prima di eseguire la procedura terapeutica. In questo modo, sarai coinvolto nella scelta della procedura che desideri.

  • Iniezione. Di solito, quando si sceglie questo metodo, il paziente deve essere ricoverato. L'iniezione stessa viene eseguita utilizzando una flebo, in cui il liquido viene incanalato direttamente in un vaso sanguigno.
  • Iniezione. Quasi uguale all'iniezione.
  • Medicina orale. Assunzione di farmaci sotto forma di pillole o capsule
  • Uso della crema. La crema viene utilizzata come procedura terapeutica per i malati di cancro della pelle

Leggi anche: Deve sapere, queste sono le cause e i sintomi del cancro della pelle che si realizzano raramente

Recupero dalla chemioterapia

Dopo che la chemioterapia è finita, il dottore e il team non ti lasciano andare. Sei ancora sotto sorveglianza. Prima di essere dichiarato completo dal processo chemioterapico, il medico valuterà l'efficacia del trattamento stesso.

Ciò significa che dovrai comunque assumere farmaci, se possibile. Tuttavia, la dose non è così forte come durante il processo di chemioterapia. Il monitoraggio include anche prestare attenzione agli effetti collaterali sperimentati.

Effetti collaterali della chemioterapia

Come accennato nel punto di apertura, la chemioterapia è un trattamento per i malati di cancro inibendo, fermando e uccidendo le cellule tumorali che stanno crescendo molto velocemente.

Pertanto, i farmaci utilizzati hanno anche una dose o una forza più elevate. Alte dosi e intensità dei farmaci possono potenzialmente causare effetti collaterali nel corpo, poiché l'uso di questi farmaci può ridurre la funzione di un certo numero di organi.

1. Perdita di capelli

Uno degli effetti collaterali della chemioterapia che molte persone conoscono è la caduta dei capelli. Questi effetti collaterali di solito si verificano quando la terapia è in corso da diverse settimane. I capelli diventano sottili, fragili e si staccano dalle radici.

Indossare un cappello o un copricapo quando i capelli iniziano a cadere è la decisione giusta. Il copricapo può mantenere sveglio il cuoio capelluto, perché i capelli che normalmente lo proteggono sono caduti.

Questi effetti collaterali non durano per sempre. In alcuni casi, la caduta dei capelli si fermerà al termine del processo di chemioterapia.

2. La pelle è più sensibile

Oltre ai capelli, la pelle dei malati di cancro sottoposti a chemioterapia sarà più sensibile alla luce solare. La pelle risulterà secca, opaca o addirittura dolorante. Pertanto, quando si esegue questo metodo di trattamento, prestare attenzione a quanto segue:

  • Evitare la luce solare diretta, soprattutto durante il giorno.
  • Utilizzo crema solare o crema solare quando sei all'aperto.
  • Indossa abiti chiusi, dalla testa ai piedi.

3. Facilmente stanco

Puoi ridurre le tue attività quotidiane e aggiungere più ore di riposo. Il riposo è la chiave per ripristinare l'energia del corpo.

4. Anemia

I pazienti sottoposti a chemioterapia sono molto suscettibili all'anemia, che è una riduzione dei globuli rossi. In effetti, i globuli rossi hanno il compito di trasportare e fornire ossigeno a tutti i tessuti del corpo.

Per ovviare a questo problema, puoi mangiare più cibi che contengono un alto contenuto di ferro, come verdure a foglia verde scuro, fagioli, carne rossa e prugne. L'anemia grave richiede una trasfusione di sangue.

Leggi anche: Non solo mancanza di sangue, cos'è l'anemia?

5. Facile da infettare

Anche il sistema immunitario nei pazienti chemioterapici non è forte come al solito. Questo perché il trattamento del cancro è molto influente sulla produzione di globuli bianchi.

I globuli bianchi sono responsabili della protezione del corpo dalle infezioni. Cioè, livelli ridotti renderanno il corpo più suscettibile alle infezioni o alle infiammazioni.

Quando si verifica un'infezione, è necessario trattarla immediatamente. Gli antibiotici sono ancora sicuri da prendere insieme ai farmaci chemioterapici. Per quanto riguarda la prevenzione, può essere lavandosi sempre le mani, mangiando cibi nutrienti e rilevando tempestivamente se ci sono ferite aperte.

6. Vulnerabile al sanguinamento

Il processo di trattamento che dura per poco tempo può far diminuire i livelli di piastrine. Le piastrine sono componenti del sangue che funzionano nella coagulazione. Quando non ci sono abbastanza piastrine nel corpo, sperimenterai sanguinamento più facilmente.

Alcuni di questi sanguinamenti includono:

  • Sangue dal naso facile.
  • Gengive sanguinanti.
  • Suscettibile di lividi sulla pelle.
  • Piccole ferite difficili da trattare.

Livelli di piastrine troppo bassi richiedono una trasfusione di sangue. Pertanto, puoi prendere precauzioni riducendo le attività che possono causare lesioni, come radersi, cucinare e falciare il prato.

7. Perdita di appetito

È molto probabile che i pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia subiscano una significativa perdita di peso. Una delle cause è la mancanza o la perdita di appetito.

Quando viene eseguita la terapia, l'assorbimento dei nutrienti dal cibo nel corpo dura più a lungo. In questo modo, il tuo appetito diminuirà o addirittura scomparirà. Sfortunatamente, questo non accade solo in un giorno, ma può essere settimanale o mensile.

Per ovviare a questo, puoi moltiplicare gli snack. Assicurati che il tuo corpo riceva abbastanza cibo. Altrimenti, ti stancherai facilmente e sarai debole.

8. Disturbi cognitivi ed emotivi

Una pubblicazione della National Library of Medicine degli Stati Uniti spiega che i pazienti chemioterapici hanno la possibilità di disturbi emotivi e una ridotta funzione cognitiva. La percentuale raggiunge il 75%.

I disturbi cognitivi ed emotivi in ​​questione possono essere la depressione e sbalzi d'umore.

9. Problemi intestinali

Proprio come alcuni degli effetti collaterali citati, anche la chemioterapia può ridurre la funzione di un certo numero di organi, uno dei quali è l'intestino. Costipazione o diarrea possono comparire dopo alcuni giorni di trattamento.

Questa condizione è innescata dal danno alla parete intestinale causato dai farmaci in terapia.

Leggi anche: Articoli vari per il cancro dell'intestino: sintomi, cause e trattamento

10. Diminuzione della libido e della fertilità

I livelli di fertilità degli spermatozoi o degli ovociti possono essere influenzati dal consumo di farmaci chemioterapici. Allo stesso modo con la libido o il desiderio sessuale. Anche così, quando il processo di trattamento della chemioterapia sarà completato, tutto tornerà alle fasi normali.

11. Interferire con la gravidanza

Se conosci già lo sviluppo delle cellule tumorali nel corpo, è una buona idea posticipare la gravidanza. Questo diventa importante, perché le cellule tumorali possono interferire con lo sviluppo del feto nell'utero.

Le donne incinte che riceveranno un trattamento chemioterapico, i medici raccomandano di aspettare dopo 12-14 settimane di gravidanza. Questo periodo è un periodo di significativo sviluppo fetale.

In questo modo, il modo migliore è ritardare la gravidanza stessa, ad esempio utilizzando un metodo contraccettivo.

Bene, questa è una revisione completa della chemioterapia e dei suoi effetti collaterali. Puoi fare una diagnosi precoce per determinare lo sviluppo delle cellule tumorali nel corpo. In questo modo, il processo di chemioterapia sarà più efficace.

Assicurati di controllare regolarmente la tua salute e quella della tua famiglia tramite Good Doctor 24/7. Scarica qui per consultare i nostri partner medici.