Salute

Comprendere il significato del simbolo del triangolo sui prodotti in plastica e i vantaggi del riciclaggio

È necessario conoscere il significato del simbolo del triangolo sui prodotti in plastica, perché la plastica con il simbolo del triangolo indica se il prodotto può essere riciclato o meno.

L'uso della plastica ha anche un effetto sulla salute perché contiene alcune sostanze chimiche che possono diffondersi negli alimenti o nelle bevande. E ci vogliono circa 450-1.000 anni perché la plastica si decomponga.

Il riciclaggio della plastica è il processo di recupero di vari tipi di materiali plastici e quindi di trasformarli in vari prodotti. Lo scopo del riciclaggio della plastica non è solo aumentare i benefici dei rifiuti di plastica, ma anche aiutare a preservare l'ambiente.

Bene, è una buona idea scoprire se la plastica che usi può essere riciclata o meno. La plastica contiene il simbolo del riciclaggio, che spesso è posto sul fondo del prodotto.

Il significato del simbolo del triangolo sui prodotti in plastica

Le seguenti sette categorie di plastica hanno il simbolo di un triangolo. Nel mezzo ci sono i numeri da uno a sette, che possono aiutarti a determinare come riciclare i rifiuti di plastica e scoprirlo

il rischio potenziale di ogni plastica.

  1. Polietilene tereftalato ( PETE/PET )

È la plastica più utilizzata per gli imballaggi monouso, perché è economica, leggera e facile da riciclare. I tassi di riciclaggio rimangono relativamente bassi, intorno al 20%.

La plastica numero uno si trova nei prodotti per bevande analcoliche, acqua, salsa di soia, bottiglie per collutorio, scatole di burro di arachidi e contenitori di olio vegetale.

  • Polietilene ad alta densità (HDPE)

È una plastica versatile, soprattutto per il confezionamento. Questo tipo di plastica può essere riciclato in penne e contenitori multiuso. E può essere trovato in flaconi di shampoo, burro, yogurt e scatole di cereali.

  • Vinile o V ( V/PVC )

Questa plastica è considerata la più pericolosa, può causare avvelenamento da sostanze pericolose, come bisfenolo A (BPA), ftalati, piombo, diossine, mercurio e cadio. È vietato contenere questo tipo di plastica nei biberon o negli utensili per l'alimentazione dei bambini.

I medici di solito consigliano di acquistare prodotti per bambini etichettati senza BPA

  • polietilene a bassa densità (LDPE)

Questo è un tipo di plastica flessibile, solitamente utilizzata per confezionare il pane. LDPE considerata meno tossica di altre plastiche e relativamente sicura da usare.

I prodotti realizzati con plastica LDPE sono riutilizzabili, ma non sempre riciclabili. Per ridurre la quantità di LDPE che consumi, prova a sostituire i tuoi sacchetti di plastica con materiali di stoffa, per la spesa in una panetteria.

  • polipropilene (PP)

Questo tipo di plastica non si scioglie facilmente, di solito è fatto per acqua potabile e imballaggi in vetro.

  • polistirolo (PS) o meglio conosciuto come polistirolo.

Questo tipo di plastica è difficile da riciclare e dannoso per l'ambiente, perché è tagliato da polistirolo che è molto leggero facilmente distrutto e facilmente diffuso in tutto l'ambiente naturale.

Le spiagge di tutto il mondo sono inquinate da frammenti di polistirolo che si sta diffondendo lungo la costa, e innumerevoli specie marine hanno ingerito questa plastica, con conseguenze non rilevabili sulla loro salute.

Il riciclaggio della plastica ha anche un effetto positivo sulla vita animale e vegetale. I prodotti in plastica che non vengono riciclati correttamente sono molto dannosi per gli animali e la vita marina.

La quantità di plastica che viene scaricata nell'oceano, anno dopo anno, ha un effetto duraturo e distrugge e uccide completamente un gran numero di creature marine.

Assicurati di controllare regolarmente la tua salute e quella della tua famiglia tramite Good Doctor 24/7. Scarica qui per consultare i nostri partner medici.