Salute

Ecco 4 fatti sulla sindrome di Lazzaro, il fenomeno del "risorgere" dalla morte

Fenomeno sindrome di lazzaro noto come il fenomeno della "risurrezione" dai morti. Dove, i pazienti dichiarati morti hanno un improvviso ritorno dell'attività cardiaca. Non solo quello, sindrome di lazzaro Ha anche alcuni fatti!

Sebbene abbastanza raro, questo fenomeno non è raro nel mondo medico.

Leggi anche: Riconoscere le caratteristiche di un attacco d'ansia simile a un infarto

Quali sono i fatti?

Per quanto riguarda alcuni fatti della sindrome di Lazzaro sono i seguenti:

L'origine si chiama sindrome di Lazzaro

Riportando da medicalnewstoday.com, questa sindrome si chiama Lazzaro di Bertania, che secondo il Nuovo Testamento della Bibbia è la storia di Lazzaro che fu riportato in vita da Gesù Cristo 4 giorni dopo la sua morte.

Dal 1982, quando il fenomeno lazzaro è stato descritto per la prima volta nella letteratura medica, sono stati registrati almeno 38 casi.

Nel 2007, circa l'82% dei casi di sindrome di Lazzaro si è verificato entro 10 minuti dall'interruzione della RCP e circa il 45% di essi si è ripreso dalla malattia.

Causato da CPR

Il fenomeno di lazzaro può essere dovuto all'accumulo di pressione nel torace causato dalla RCP. Una volta interrotta la RCP, questa pressione può essere gradualmente rilasciata e il cuore torna in azione.

Tuttavia, a causa dell'esiguo numero di casi in questa sindrome, la causa esatta alla base di questa condizione è ancora difficile da conoscere.

Alcune condizioni che supportano

Nel mondo medico, ci sono due tipi di morte. Tra questi ci sono la morte clinica e la morte biologica. La morte clinica è stata definita come l'assenza di battito cardiaco, polso e respiro. Nel frattempo, la morte biologica è definita come l'assenza di attività cerebrale.

In alcuni casi, non è così semplice sapere che qualcuno è morto. Ci sono diverse condizioni mediche che possono far dire che una persona è morta, ma non lo sono. Come:

Ipotermia

Dove il corpo subisce un improvviso calo di temperatura e ha il potenziale per produrre un impatto fatale. Di solito è causato da un'esposizione prolungata al freddo.

L'ipotermia può anche causare il rallentamento della frequenza cardiaca e della respirazione, a livelli quasi impercettibili.

Catalessi

Caratterizzato da condizioni come respirazione rallentata, ridotta sensibilità e completa immobilità, che dura da pochi minuti a settimane.

Questa condizione può apparire come un sintomo di un disturbo neurologico. Ad esempio, l'epilessia e il morbo di Parkinson.

Sindrome bloccata

In questa sindrome, il paziente è solitamente consapevole dell'ambiente. Ma sperimentano una paralisi completa dei muscoli volontari, ad eccezione dei muscoli che controllano il movimento degli occhi.

In alcuni casi, i medici penseranno che il cervello del paziente sia morto, ma in realtà il paziente è ancora molto cosciente.

Leggi anche: La morte improvvisa può capitare ai bambini, questo è ciò di cui le mamme dovrebbero stare attente

Le spiegazioni scientifiche sono ancora inadeguate

Non c'è dubbio che il fenomeno Lazzaro sia una realtà. Tuttavia, finora la spiegazione scientifica in questo caso è ancora inadeguata. Le uniche spiegazioni plausibili sono l'auto-PEEP e il deflusso venoso alterato.

In alcuni casi, il paziente deve essere monitorato passivamente per almeno 10 minuti dopo l'interruzione della RCP prima di confermare la morte.

Consulta i tuoi problemi di salute e la tua famiglia attraverso il servizio Good Doctor 24/7. I nostri partner medici sono pronti a fornire soluzioni. Dai, scarica l'applicazione Good Doctor qui!