Salute

Hai l'insonnia acuta? Puoi provare questo tipo di medicina per dormire

Alcune persone hanno difficoltà a dormire la notte. Naturalmente causerà alcuni problemi di salute. Ecco alcuni tipi di sonniferi in farmacia per quelli di voi che hanno problemi a dormire.

Che cosa sono i sonniferi?

La maggior parte dei sonniferi sono classificati come ipnotici sedativi, che è una classe speciale di farmaci usati per indurre o mantenere il sonno. Sebbene questi sonniferi siano utili a breve termine, possono potenzialmente causare dipendenza e problemi di memoria e attenzione.

Questo farmaco di solito non è raccomandato per il trattamento a lungo termine dei problemi del sonno. Prima di consumarlo, consulta prima il tuo medico per scoprire il dosaggio e gli effetti collaterali che potrebbero verificarsi.

Tipi di sonniferi in farmacia

Alcune persone soffrono di disturbi del sonno la notte o di insonnia. Ma se fai esercizio fisico regolare ed eviti alcol e nicotina, ovviamente, puoi migliorare il tuo ciclo del sonno e prevenire l'insonnia.

Di seguito sono riportati alcuni dei sonniferi più efficaci nelle farmacie Notizie mediche oggi:

1. Sonnifero in farmacia, ovvero la melatonina

Di notte, il cervello produce un ormone chiamato melatonina. Questo ormone regola il ciclo del sonno di una persona fino a quando non si sveglia al mattino segnalando al corpo che è quasi ora di andare a letto.

Il tuo cervello produrrà meno melatonina quando ti svegli e più quando dormi. Anche l'età gioca un ruolo nella produzione di questo ormone melatonina, più una persona è anziana, meno melatonina viene prodotta.

I farmaci per l'insonnia contenenti melatonina tendono ad essere efficaci per le persone con disturbi del ritmo circadiano del sonno, che sono problemi con l'addormentarsi o il risveglio. La melatonina è particolarmente utile per persone come:

  • Sperimentare il jet lag
  • Ho problemi a dormire la notte
  • Affrontare il lavoro a turni

Negli ultimi anni, i produttori hanno commercializzato snack e bevande contenenti melatonina come prodotti "rilassanti".

Gli integratori di melatonina sono disponibili senza prescrizione medica in farmacia, supermercati e negozi online. Questo farmaco per l'insonnia ha generalmente una dose di 1-5 milligrammi (mg) e una persona dovrebbe prenderlo prima di coricarsi.

2. I tipi di sonniferi in farmacia sono gli antistaminici

Gli antistaminici sedativi possono aiutare le persone che hanno difficoltà a dormire la notte. Alcuni antistaminici, solitamente usati dalle persone per curare le allergie e possono provocare sonnolenza.

Sebbene non tutti gli antistaminici abbiano questo effetto, a volte le persone usano antistaminici di prima generazione per favorire il sonno o alleviare la tensione e l'ansia.

I seguenti sono antistaminici di prima generazione:

  • Difenidramina, il principio attivo di Benadryl
  • Doxilamina, il principio attivo di Unisom
  • Ciclizina, il principio attivo di Marezine

Nel frattempo, gli antistaminici di seconda generazione hanno meno probabilità di causare sonnolenza. Questo farmaco per l'insonnia è per il trattamento a lungo termine dei sintomi di allergia e non è efficace come un sonnifero. I seguenti sono antistaminici di seconda generazione non sedativi:

  • Cetirizina, il principio attivo di Zyrtec
  • Loratadina, il principio attivo di Claritin
  • Fexofenadina, il principio attivo di Allegra

Un medico può raccomandare un antistaminico sedativo, ma solo come soluzione a breve termine. Sebbene non dia dipendenza, il corpo si abituerà rapidamente, quindi la sua efficacia diminuirà nel tempo.

Leggi anche: Può farti venire sonno, è sicuro prendere CTM come sonnifero?

3. Radice di valeriana

La valeriana è una pianta. Le persone hanno usato questa proprietà medicinale fin dai tempi dell'antica Grecia e di Roma. La radice di valeriana è un ingrediente comune negli integratori a base di erbe utilizzati per migliorare il sonno, alleviare l'ansia e favorire il rilassamento.

Questo tipo di farmaco per l'insonnia è disponibile in varie forme, come tè, liquidi e capsule.

Diversi studi clinici come riportato da dai Notizie mediche oggi hanno dimostrato che il consumo di valeriana potrebbe migliorare l'impressione della qualità del sonno negli insonni.

Tuttavia, non sono disponibili prove sufficienti per confermare se la radice di valeriana sia un efficace aiuto per dormire. Gli aiuti per il sonno a base di radice di valeriana sono disponibili in farmacia, negozi di alimenti naturali e negozi online.

Quando si possono prendere i sonniferi?

Di solito, si consiglia a una persona con insonnia acuta di assumere sonniferi subito prima dell'ora di coricarsi desiderata. Leggi le istruzioni del medico sul sonnifero prescritto se vuoi prenderlo.

Le istruzioni sull'etichetta contengono informazioni specifiche sul farmaco. Inoltre, fornisci sempre abbastanza tempo per dormire prima di prendere sonniferi da banco.

Tieni presente che, se vuoi prendere dei sonniferi, evita il consumo di alcol. Mescolare alcol e sonniferi può avere l'effetto sedativo aggiuntivo di entrambi. Non solo, la combinazione può anche far smettere di respirare una persona e rischiare la morte.

Oltre all'alcol, se è necessario evitare di consumare pompelmo o succo d'arancia durante l'assunzione di sonniferi. Questo tipo di frutta può aumentare la quantità di medicinale che viene assorbita nel flusso sanguigno e il medicinale durerà a lungo nel corpo.

Se lasciato deselezionato, questo può portare a problemi di salute sotto forma di eccessiva sedazione. La sedazione è uno stato di perdita di coscienza in una persona. Per questo, prendi l'abitudine di chiedere al farmacista o al medico prima di prendere i sonniferi.

Effetti collaterali dei sonniferi

I sonniferi hanno gli stessi effetti collaterali della maggior parte degli altri farmaci. Il tuo medico potrebbe essere in grado di consigliarti dei possibili effetti collaterali se soffri di asma o altre condizioni di salute.

I farmaci per l'insonnia possono interferire con la normale respirazione e possono essere pericolosi per le persone che hanno problemi polmonari cronici, alcuni tipi di asma, enfisema o altre forme di malattia polmonare ostruttiva cronica o BPCO.

Gli effetti collaterali dei sonniferi possono includere sensazioni di bruciore o formicolio, alterazioni dell'appetito, stitichezza, diarrea, vertigini, difficoltà a mantenere l'equilibrio, mal di testa e ulcere.

Non solo, altri effetti collaterali dei sonniferi sono parti del corpo che tremano in modo incontrollabile, rallentamento mentale e debolezza.

È importante essere consapevoli dei possibili effetti collaterali, quindi è necessario interrompere immediatamente l'uso di farmaci per l'insonnia e contattare un medico per evitare gravi problemi di salute.

Effetti collaterali più complessi dei farmaci per l'insonnia

Alcuni tipi di sonniferi hanno effetti collaterali potenzialmente pericolosi, comprese le parasonnie. Le parasomie sono movimenti, comportamenti e azioni irriconoscibili come il sonnambulismo.

Durante una parasonnia, ti addormenti e non ti rendi conto di cosa è successo. La parasomia con sonniferi è un comportamento complesso e può includere mangiare mentre si dorme, chiamare o fare sesso durante il sonno.

Anche la guida durante il sonno può essere un grave effetto collaterale. Sebbene raro, questo problema di parasonnia è difficile da rilevare una volta che il farmaco per l'insonnia ha iniziato a funzionare.

Puoi avere un'allergia ai sonniferi da banco?

Alcune persone possono avere una reazione allergica a qualsiasi farmaco, inclusi sonniferi da banco o da banco. Pertanto, le persone che hanno reazioni allergiche ai sonniferi da banco devono evitare di prenderli.

È importante parlare con il medico il primo giorno in cui si notano segni di allergia. I sintomi o i segni che una persona ha un'allergia ai sonniferi che devono essere conosciuti includono:

  • Visione offuscata o altri problemi con la salute degli occhi.
  • Dolore al petto o difficoltà a respirare.
  • La gola è come chiudersi, quindi sembra difficile deglutire.
  • Il cuore batte veloce.
  • Gonfiore degli occhi, del viso, delle labbra, della lingua o della gola.

Non solo, i sonniferi senza prescrizione medica hanno anche gravi effetti collaterali che sono piuttosto mortali. Uno di questi è l'anafilassi o una reazione allergica acuta. Un altro possibile effetto collaterale è l'angioedema, che è un grave gonfiore del viso.

I sonniferi causano dipendenza?

Per l'insonnia a lungo termine, il medico può prescrivere sonniferi per diverse settimane. Tuttavia, dopo un uso regolare per un periodo più lungo, alcuni farmaci per il sonno come le benzodiazepine o gli agonisti delle benzodiazepine possono smettere di funzionare quando si aiuta a tollerare il farmaco.

Una persona può diventare psicologicamente dipendente dal farmaco. Senza i sonniferi da banco che prendi di solito, potresti avere difficoltà ad addormentarti.

Se ciò accade, potrebbe essere un segno di dipendenza fisica o emotiva e anche di entrambi. Tieni presente che l'uso a lungo termine di sonniferi può effettivamente interferire con il sonno.

Il modo migliore per evitare di sviluppare una dipendenza fisica o emotiva dai sonniferi è seguire le istruzioni del medico. Assicurati di smettere di usare il farmaco quando è raccomandato per evitare problemi di salute più gravi.

Assicurati di controllare regolarmente la tua salute e quella della tua famiglia tramite Good Doctor 24/7. Scarica qui per consultare i nostri partner medici.