Salute

Ipertiroidismo: definizione, sintomi e trattamento

L'ipertiroidismo si verifica quando la ghiandola tiroidea nel corpo produce troppo dell'ormone tiroxina.

Questa condizione può accelerare il metabolismo del corpo, causando una drastica perdita di peso e un battito cardiaco accelerato o irregolare.

Definizione di ipertiroidismo

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla, situata proprio nella parte anteriore del collo. La tiroide produce gli ormoni T3 e T4.

Questi ormoni funzionano per aiutare il corpo a utilizzare l'energia, bilanciare la temperatura corporea, aiutare il cervello, il cuore e altri organi a funzionare correttamente.

Quando la ghiandola tiroide produce troppo dell'ormone tiroxina, la condizione viene definita ipertiroidismo.

Sintomi di ipertiroidismo

I sintomi dell'ipertiroidismo sono spesso confusi perché i sintomi sono simili ad altri disturbi di salute. Anche le persone di età superiore ai 70 anni potrebbero non mostrare segni di ipertiroidismo.

Tuttavia, le persone con questo disturbo della tiroide di solito manifestano sintomi come:

  • Sensazioni di nervosismo, ansia e irritabilità
  • Maggiore sensibilità al calore
  • Sbalzi d'umore
  • Fatica
  • Debole
  • Sudorazione
  • Tiroide gonfia (gozzo)
  • Perdere peso all'improvviso
  • Minzione più frequente
  • L'appetito aumenta
  • Tremando nelle mani e nelle dita
  • Pelle sottile
  • Difficile dormire
  • La perdita di capelli
  • Cambiamenti nel ciclo mestruale

Cause di ipertiroidismo

Questo disturbo può essere causato da diverse condizioni, tra cui le seguenti:

  1. Malattia di Graves

Questo disturbo del sistema immunitario è la causa più comune di ipertiroidismo.

Questo disturbo si verifica quando gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario stimolano la tiroide a produrre troppa T4. La malattia di Graves colpisce soprattutto le donne di età inferiore ai 40 anni.

  1. Noduli tiroidei

Questa forma di ipertiroidismo si verifica quando uno o più adenomi tiroidei producono troppa T4. Un adenoma è una parte della ghiandola che ha costruito la propria parete dal resto della ghiandola e forma un nodulo benigno (non canceroso) che può causare un ingrossamento della tiroide.

  1. tiroidite

La ghiandola tiroidea può infiammarsi. Ciò può verificarsi dopo la gravidanza, a causa di una condizione autoimmune o per ragioni sconosciute.

L'infiammazione può causare la fuoriuscita dell'ormone tiroideo in eccesso immagazzinato nella ghiandola nel flusso sanguigno. Alcuni tipi di tiroidite possono causare dolore, mentre altri no.

Leggi anche: Sudorazioni fredde frequenti? Allerta per malattie della tiroide

Altri fattori scatenanti:

  • Documenti familiari con malattia di Graves
  • Storia personale di alcune malattie croniche, come il diabete di tipo 1, l'anemia perniciosa e il morbo di Addison
  • Più comune nelle donne

Come diagnosticare questa malattia?

I sintomi dell'ipertiroidismo possono passare inosservati negli anziani. Per questo, il medico di solito farà quanto segue:

  • Anamnesi ed esame fisico

Durante l'esame, il medico vedrà come funziona la ghiandola tiroidea quando deglutisci. Il medico controllerà anche la frequenza del polso, i cambiamenti oculari e le vibrazioni delle dita

  • analisi del sangue

Gli esami del sangue che misurano i livelli di tiroxina e ormone stimolante la tiroide (TSH) possono confermare la diagnosi. Livelli elevati di tiroxina e livelli di TSH bassi o nulli indicano anche una tiroide iperattiva.

È importante ricordare, prima di fare un esame del sangue per questo esame, è necessario evitare l'assunzione di biotina (un integratore di vitamina B) almeno 12 ore prima. Gli esami del sangue della tiroide possono dare risultati falsi se si assume biotina appena prima dell'esame del sangue.

Come trattare l'ipertiroidismo?

Per curare l'ipertiroidismo, ci sono diverse opzioni di trattamento medico a cui puoi sottoporti.

Tutto sarà considerato in base all'età, alle condizioni fisiche, alle preferenze personali e alla gravità del disturbo tiroideo. I trattamenti comuni sono i seguenti:

  1. Terapia con iodio radioattivo

Questo trattamento può causare un rallentamento dell'attività tiroidea tale da metterti a rischio di sviluppare ipotiroidismo. Dopo aver subito questo trattamento sarà necessario assumere farmaci ogni giorno per sostituire la tiroxina.

  1. Farmaci antitiroidei

I farmaci antitiroidei, come il metimazolo (tapazolo) e il propiltiouracile, ridurranno gradualmente i sintomi dell'ipertiroidismo. Funzionano impedendo alla ghiandola tiroidea di produrre quantità eccessive di ormone.

I sintomi di solito iniziano a migliorare entro poche settimane o mesi. Il trattamento con farmaci antitiroidei di solito continua per almeno un anno e spesso più a lungo. Ma per alcune persone, i farmaci per la tiroide possono causare gravi danni al fegato e persino la morte.

Inoltre, un piccolo numero di persone allergiche a questo farmaco può sviluppare eruzioni cutanee, prurito, febbre o dolori articolari. più suscettibili alle infezioni.

  1. Beta bloccanti

Questi farmaci sono solitamente usati per trattare la pressione alta e non influenzano i livelli della tiroide. Anche così, i beta-bloccanti possono alleviare i sintomi dell'ipertiroidismo. A partire da tremori, battito cardiaco accelerato, palpitazioni cardiache.

Tuttavia, questi farmaci generalmente non sono raccomandati per le persone con asma e gli effetti collaterali includono affaticamento e disfunzione sessuale.

Il medico può prescrivere questi farmaci fino alla scomparsa dei sintomi dell'ipertiroidismo.

  1. Chirurgia (tiroidectomia)

Se sei incinta e non puoi assumere farmaci antitiroidei, l'intervento chirurgico potrebbe essere la soluzione. Questo vale anche per le donne in gravidanza che non possono sottoporsi a terapia con iodio radioattivo.

Attraverso un intervento chirurgico, il medico rimuoverà la maggior parte della ghiandola tiroidea. Tuttavia, questa operazione rischia di danneggiare le corde vocali e la ghiandola paratiroidea, una piccola ghiandola situata dietro la ghiandola tiroidea.

Dopo l'intervento chirurgico, potresti sviluppare ipotiroidismo, quindi dovrai assumere integratori ormonali. Ricorda, tutte queste azioni possono essere eseguite solo in base alla considerazione del medico.

mcurare l'ipertiroidismo a casa

Se ti è stato diagnosticato un ipertiroidismo, la cosa più importante è sottoporsi alle cure mediche necessarie. Inoltre, puoi anche allenarti regolarmente. L'esercizio fisico può anche aiutare a ridurre l'appetito e aumentare i livelli di energia nel corpo.

Oltre all'esercizio, rilassa anche il corpo e la mente. Il rilassamento può aiutarti a gestire i pensieri positivi durante il processo di guarigione. Evita lo stress perché le condizioni stressanti possono peggiorare le cose se hai la malattia di Graves.

Quali sono i pericoli di lasciare l'ipertiroidismo senza trattamento?

Se lasciato deselezionato, questo disturbo causerà altri problemi di salute come malattie cardiache, perdita ossea, rischio di fratture e così via. Questo disturbo della tiroide può portare a una serie di complicazioni come:

  • Problemi di cuore

È caratterizzato da una frequenza cardiaca accelerata o da un disturbo del ritmo cardiaco (fibrillazione atriale). Se è grave, questo problema cardiaco può aumentare il rischio di ictus o insufficienza cardiaca

  • Ossa fragili

L'ipertiroidismo non trattato può anche portare a ossa deboli e fragili (osteoporosi). Quando c'è troppo ormone tiroideo, la capacità del corpo di incorporare il calcio nelle ossa è compromessa. Questo è ciò che rende le ossa più fragili

  • Disturbi agli occhi

I disturbi oculari sono caratterizzati da occhi gonfi, arrossati o gonfi, sensibilità alla luce e visione offuscata o doppia. Se è grave, questo disturbo può sfociare in cecità o perdita della vista

  • Crisi tireotossica

Questa condizione di disturbi della tiroide può anche innescare una crisi tireotossica. Questo è solitamente caratterizzato da febbre, polso rapido, fino al delirio (sensazione di stordimento). Se ciò accade, contattare immediatamente un medico

  • Pelle arrossata e gonfia

Sebbene rari, i disturbi della tiroide possono causare arrossamento e gonfiore. Di solito si verifica intorno agli stinchi e ai piedi

Esistono alimenti consigliati per le persone con ipertiroidismo?

Ai pazienti con questo disturbo di solito viene chiesto di mangiare determinati alimenti per mantenere l'equilibrio della tiroide nel corpo. Di seguito sono riportati gli alimenti che possono essere consumati da persone con ipertiroidismo:

1. Alimenti a basso contenuto di iodio

Lo iodio minerale svolge un ruolo importante nella produzione di ormoni tiroidei. Una dieta a basso contenuto di iodio aiuterà sicuramente a ridurre gli ormoni tiroidei. Per questo si consiglia di mangiare i seguenti alimenti:

  • sale non iodato
  • caffè o tè (senza latte o latte o panna a base di soia)
  • albumi
  • frutta fresca o sciroppata
  • burro di arachidi
  • pane fatto in casa
  • pane senza sale, latte e uova
  • popcorn con sale non iodato
  • Grano
  • Patata
  • miele

2. Ferro da stiro

Il ferro ha un ruolo importante per la salute del corpo e la funzione degli organi nel corpo. Compreso il mantenimento della salute della tiroide. Questo minerale è necessario alle cellule del sangue per trasportare l'ossigeno a ogni cellula del corpo.

Bassi livelli di ferro possono causare ipertiroidismo. Per ottenere il ferro, puoi mangiare i seguenti alimenti:

  • fagioli secchi
  • verdure a foglia verde
  • noccioline
  • pollo e tacchino
  • carne rossa
  • grani
  • Grano

3. Minerali di selenio

Gli alimenti ricchi di selenio possono aiutare a bilanciare i livelli di ormone tiroideo e proteggere la tiroide dai disturbi. Il selenio aiuta a prevenire il danno cellulare e mantiene la tiroide e altri tessuti sani. Buone fonti alimentari di selenio includono:

  • semi di chia
  • muffa
  • carne (manzo e agnello)
  • Riso
  • Noce brasiliana
  • semi di girasole

4. Zinco

La presenza di zinco nel corpo può aiutarti a utilizzare il cibo per trasformarlo in energia. Questo minerale mantiene anche il sistema immunitario e la salute della tiroide. Le fonti alimentari di zinco includono:

  • Manzo
  • fagioli
  • anacardi
  • muffa
  • semi di zucca

5. Prodotti vegetali

Per quelli di voi con ipertiroidismo, consumare le seguenti verdure:

  • germogli di bambù
  • pakcoy
  • broccoli
  • cavoletti di Bruxelles
  • manioca
  • cavolfiore
  • cavolo verde
  • cavolo
  • rutabaga (incrocio tra cavolo e ravanello)

6. Calcio e vitamina D

Come già accennato, questo disturbo della tiroide può rendere le ossa deboli e fragili. Per ripristinare la condizione ossea, consumare cibi che contengono calcio come:

  • spinaci
  • cavolo
  • latte di mandorla
  • cereali fortificati con calcio
  • succo d'arancia fortificato con calcio

Per quanto riguarda le fonti alimentari di vitamina D, puoi consumare:

  • succo d'arancia fortificato con vitamina D
  • Cereali fortificati con vitamina D
  • fegato di manzo
  • muffa
  • pesce azzurro come sardine, salmone e sgombro

7. Grasso sano

I grassi degli alimenti interi e non trasformati possono aiutare a ridurre l'infiammazione. Il consumo di questi aiuta a proteggere la salute della tiroide ea bilanciare gli ormoni tiroidei. Puoi ottenerlo attraverso il consumo:

  • olio di lino
  • olio d'oliva
  • olio di cocco
  • olio di semi di girasole
  • avocado

8. Erbe e spezie

Alcune spezie ed erbe hanno proprietà antinfiammatorie per aiutare a proteggere ed equilibrare la funzione tiroidea. Puoi aggiungere le seguenti spezie al tuo cibo:

  • Curcuma
  • peperoncino verde
  • Pepe nero

Prenditi cura della tua salute e di quella della tua famiglia con consultazioni regolari con i nostri partner medici. Scarica ora l'applicazione Good Doctor, fai clic su questo link, sì!