Salute

Sovradosaggio di paracetamolo: comprendi le cause, i sintomi e il modo giusto per superarlo

Sebbene sia efficace nel superare una serie di disturbi, il paracetamolo non deve essere assunto con noncuranza. Ci sono molti casi di overdose da paracetamolo che partono dall'ignoranza sulla giusta dose ad altri fattori scatenanti.

Quindi, quali sono i sintomi di un sovradosaggio di paracetamolo? Può avere un grave impatto sul corpo? Dai, trova la risposta con la seguente recensione!

Paracetamolo a colpo d'occhio

Il paracetamolo è un altro nome per il paracetamolo, che è un antidolorifico usato per alleviare il dolore da lieve a moderato. Questo farmaco è spesso usato per trattare il dolore ai muscoli, alla schiena, alla gola, ai denti e ai crampi mestruali.

Citazione da Scienza dal vivo, Oltre ad essere un analgesico (antidolorifico), il paracetamolo è incluso anche nella classe dei farmaci antipiretici, può essere usato per abbassare la febbre. Il paracetamolo può aiutare i nervi a inviare segnali al cervello per raffreddare la temperatura corporea durante la febbre.

Sebbene venduto liberamente e facilmente reperibile, il consumo di paracetamolo deve comunque essere considerato. Perché la dose sbagliata può causare una serie di effetti collaterali, come:

  • Le eruzioni cutanee compaiono sulla pelle
  • Eruzione cutanea pruriginosa
  • Gonfiore di viso, lingua, labbra, occhi, gola, piedi, polsi e gambe
  • Raucedine
  • Difficile respirare

Leggi anche: Può il paracetamolo per le donne in gravidanza? Ecco una dose sicura e un sostituto alternativo!

Condizione di sovradosaggio di paracetamolo

Il sovradosaggio di paracetamolo è una condizione in cui una persona assume troppo paracetamolo per causare determinati effetti o sintomi. Uno degli effetti peggiori è il danno epatico che impedisce all'organo di svolgere le normali funzioni.

Se non trattata immediatamente, può essere pericolosa per la vita. Citato da linea della salute, Spesso i casi di sovradosaggio da paracetamolo possono essere gestiti. Una persona in overdose potrebbe aver bisogno di cure intensive nel pronto soccorso.

Gli esami del sangue vengono solitamente eseguiti per rilevare i livelli di paracetamolo nel corpo e per controllare le condizioni del fegato.

Fattori scatenanti del sovradosaggio

Sebbene la causa principale del sovradosaggio sia l'assunzione di troppi farmaci, questa condizione può verificarsi anche a causa di diversi fattori.

Negli adulti, il sovradosaggio può verificarsi a causa dell'assunzione della dose successiva troppo rapidamente e dell'assunzione contemporanea di più farmaci contenenti paracetamolo.

Molte persone comuni non comprendono il contenuto di alcuni farmaci assunti. Ad esempio, prendendo contemporaneamente medicine per il raffreddore e per il mal di testa. In effetti, potrebbe essere che i due farmaci contengano entrambi paracetamolo.

La stessa cosa può succedere ai bambini. In effetti, i bambini possono pensare accidentalmente al paracetamolo come una caramella e ingoiarlo.

Sintomi di sovradosaggio di paracetamolo

I sintomi di un sovradosaggio di paracetamolo non compaiono immediatamente. In generale, questi segni iniziano a farsi sentire 24 ore dopo un sovradosaggio. Nelle prime fasi, i sintomi possono includere:

  • Nausea e vomito
  • Sentirsi poco bene
  • appetito perso
  • Mal di stomaco
  • Dolore nella parte inferiore del torace

Dosaggio consigliato

Per ridurre al minimo il rischio di sovradosaggio, è molto importante conoscere la dose corretta prima di assumere il paracetamolo. La dose raccomandata non deve superare i 4.000 mg in un giorno.

Se usato per abbassare la febbre, non prenderlo per più di tre giorni se non sotto la supervisione di un medico. Nel frattempo, se per alleviare il dolore, è meglio non consumarlo per più di 10 giorni. Soprattutto per i bambini, è vietato berlo per più di cinque giorni.

Quando inizia a sentire dolore, prenda immediatamente il medicinale. Perché la migliore efficacia del paracetamolo è quando compaiono i primi segni di dolore.

Il paracetamolo stesso è disponibile in compresse e sciroppo, può essere assunto con o dopo i pasti, a seconda del parere di un medico. È meglio non schiacciarlo o masticarlo mentre è in bocca, poiché ciò può aumentare il rischio di effetti collaterali.

Gestione del sovradosaggio di paracetamolo

Citato da WebMD, Il sovradosaggio di paracetamolo può essere trattato solo medicamente. Cioè, se si verificano queste condizioni, il trattamento ospedaliero è l'unica soluzione sicura che può essere scelta.

Esistono diverse procedure comunemente eseguite per i pazienti con sovradosaggio di paracetamolo, tra cui:

  • Svuotamento dello stomaco: Questo metodo è il primo metodo utilizzato in modo che il paracetamolo possa essere rilasciato rapidamente dal corpo in modo che i sintomi possano attenuarsi. Lo svuotamento dello stomaco avviene inserendo un tubo nello stomaco attraverso la bocca
  • Carbone attivo: Il metodo è la somministrazione di carbone (carbone) per via orale entro quattro ore da un sovradosaggio. L'obiettivo è legare tutti i farmaci rimanenti nel tratto digestivo in modo che possano essere escreti
  • Trattamento con N-acetilcisteina (NAC): Questo farmaco può funzionare come antidoto per il sovradosaggio di paracetamolo. Se la somministrazione orale non è abbastanza efficace, il medico può prendere in considerazione l'iniezione endovenosa.

Bene, questa è una revisione del sovradosaggio di paracetamolo insieme ai suoi sintomi e trattamento. Per ridurre al minimo il rischio di sovradosaggio, segui sempre il consiglio del medico o presta attenzione al dosaggio riportato sull'etichetta della confezione, sì!

Consulta i tuoi problemi di salute e la tua famiglia tramite Good Doctor in servizio 24 ore su 24, 7 giorni su 7. I nostri partner medici sono pronti a fornire soluzioni. Dai, scarica l'applicazione Good Doctor qui!