Salute

Clorpromazina

La clorpromazina (clorpromazina cloridrato) è la prima classe di farmaci antipsicotici sviluppata nel 1950.

La scoperta dei farmaci è uno dei maggiori progressi nel mondo della medicina psichiatrica (psichiatria). Questo farmaco è disponibile come singolo farmaco generico senza combinazione.

Ecco alcune informazioni su cosa è la clorpromazina, i benefici, il dosaggio, come usarla e il rischio di effetti collaterali che possono verificarsi.

A cosa serve la clorpromazina?

La clorpromazina (CPZ) o clorpromazina cloridrato è un farmaco antipsicotico derivato dalla fenotiazina utilizzato principalmente per il trattamento della schizofrenia.

Come risperidone e clozapina, questo farmaco agisce direttamente sul sistema nervoso centrale.

Questo farmaco è disponibile in compresse e in forma di iniezione (sebbene sia ancora piuttosto raro).

L'uso di questo farmaco deve essere sotto stretto controllo di un medico ed è uno dei programmi speciali di droga del governo.

Quali sono le funzioni e i benefici del farmaco clorpromazina?

La clorpromazina (CPZ) funziona come un farmaco antipsicotico altamente efficace per bloccare i recettori D2 della dopamina.

Il blocco di questi recettori determina un aumento dell'attività neuronale dopaminergica che è associata a disturbi emotivi e tendenze suicide.

Nel mondo medico, la clorpromazina è ampiamente usata per trattare i disturbi nervosi associati alle condizioni mentali di una persona.

Alcuni dei benefici della clorpromazina (CPZ) sono usati per trattare i seguenti disturbi:

Schizofrenia

Come i farmaci risperidone e clozapina, anche la clorpromazina è raccomandata come alternativa di prima linea nel trattamento della schizofrenia.

La modalità d'azione della clorpromazina ha dimostrato che la principale attività antipsicotica di questo farmaco è attraverso il blocco dei recettori della dopamina (D2) nella via mesolimbica del cervello.

È questa attività farmacologica che si pensa sia responsabile dei sintomi nei pazienti schizofrenici positivi (deliri, allucinazioni e linguaggio disorganizzato).

La dose media di clorpromazina somministrata a persone con schizofrenia è diminuita nel tempo.

Il progresso verso livelli di dosaggio più bassi ha richiesto 6 decenni e sta mostrando buoni risultati.

Pertanto, l'aumento della dose può essere effettuato solo in alcune condizioni e considerando il rischio di effetti di tossicodipendenza e morte che possono verificarsi.

Profilassi del disturbo bipolare

Il disturbo bipolare è caratterizzato da episodi di stati emotivi maniacali, depressivi e altamente volatili.

Il disturbo bipolare ha diversi sintomi che sono classificati in classi o episodi.

Nel trattamento, la clorpromazina viene utilizzata come profilassi per trattare i sintomi in modo che non peggiorino.

Il trattamento può variare a seconda dell'episodio che sta vivendo il paziente.

Gli antipsicotici presi insieme sono più rapidi ed efficaci nel trattamento della mania rispetto ai farmaci usati da soli.

Così come il litio e le anfetamine sono raccomandati come trattamento di prima linea e sono abbastanza efficaci nel ridurre le tendenze suicide.

Diverse analisi hanno anche dimostrato che gli antipsicotici, inclusa la clorpromazina (CPZ), sono anche più efficaci nel trattamento della mania acuta.

Nausea e vomito dovuti alla terapia con cisplatino

Il cisplatino è un farmaco chemioterapico usato per trattare una serie di tumori. Questo farmaco viene somministrato per iniezione in vena.

Gli effetti collaterali comuni della chemioterapia sono la soppressione del midollo osseo, problemi di udito, problemi ai reni, nausea e vomito.

L'uso di cisplatino può causare nausea e vomito gravi.

In uno studio, la clorpromazina era statisticamente superiore nel controllo di nausea e vomito.

I pazienti trattati con clorpromazina hanno mostrato un rischio significativamente inferiore di nausea rispetto al droperidolo.

La clorpromazina mostra un'attività utile contro nausea e vomito. Tuttavia, la tossicità della clorpromazina e del droperidolo ha lo stesso rischio di effetto.

Porfiria acuta intermittente

La porfiria è una malattia del fegato che fa virare il colore delle urine dal rosso al blu scuro.

Questo disturbo del fegato si verifica quando nel corpo si accumulano sostanze chiamate porfirine, che influiscono negativamente sulla pelle o sul sistema nervoso.

Questo tipo di disturbo che colpisce il sistema nervoso è noto come porfiria acuta, perché i sintomi sono rapidi e di breve durata.

Se non trattato tempestivamente, questo disturbo può portare a complicazioni tra cui paralisi, bassi livelli di sodio nel sangue e convulsioni.

In alcuni casi di porfiria acuta, la clorpromazina può essere somministrata per via orale, generalmente alla dose di 25 mg da assumere tre o quattro volte al giorno.

Questa dose è sufficiente per controllare i sintomi nella maggior parte dei casi, sebbene non curi la paralisi preesistente.

Di gran lunga, la clorpromazina è il trattamento più coerente ed efficace disponibile per il dolore e i sintomi nervosi della porfiria.

Terapia aggiuntiva nel trattamento del tetano

I sintomi del tetano sono sempre associati a spasmi e problemi respiratori.

La clorpromazina è stata inclusa nello schema di trattamento ed è risultato avere vantaggi rispetto ai barbiturici.

D'altra parte, la clorpromazina può alleviare la paura, proteggere il paziente dal dolore e dall'affaticamento di un attacco tetanico.

Lo schema di trattamento raccomandato è somministrato in dosi non troppo elevate e insieme ad antibiotici.

Il trattamento con clorpromazina è considerato un importante progresso perché nella maggior parte dei casi è possibile prevenire gravi convulsioni.

Marca e prezzo della clorpromazina

Questo farmaco non è venduto al banco nelle farmacie. L'uso di questo farmaco è strettamente monitorato sotto controllo medico.

Per ottenere questo farmaco, ai pazienti viene solitamente consegnata una lettera di riferimento dall'agenzia sanitaria da riscattare presso la farmacia dell'ospedale. I medicinali possono essere riscattati anche presso farmacie certificate nominate dal governo.

La clorpromazina è disponibile sotto forma di iniezione da 5 mg/ml e 25 mg/ml. Per quanto riguarda la preparazione delle compresse di clorpromazina è di 100 mg per compressa.

Alcuni dei nomi commerciali per la clorpromazina (clorpromazina) che sono stati autorizzati per l'uso in Indonesia sono i seguenti:

  • veloce
  • Clorpromazina
  • meprocetile
  • Veloce 100
  • Promactil

Come prendere il farmaco clorpromazina?

Seguire le istruzioni per l'uso e il dosaggio forniti sull'etichetta della confezione del farmaco. Se c'è qualcosa che non capisci, puoi chiedere direttamente al tuo medico o al farmacista.

Il farmaco orale clorpromazina viene assunto per via orale. Bere subito con acqua. Non schiacciare o masticare se la forma di dosaggio è compresse rivestite con film.

L'iniezione di clorpromazina viene iniettata in un muscolo o somministrata per via endovenosa in una vena. L'uso di questo farmaco per iniezione sarà somministrato da personale medico.

Potrebbe esserti chiesto di sdraiarti per un po' dopo aver ricevuto un'iniezione di clorpromazina. Questo medicinale può abbassare la pressione sanguigna e potresti avvertire capogiri dopo l'iniezione.

Controllare sempre regolarmente per vedere l'efficacia del farmaco sulla risposta del paziente. Sono necessari anche esami oculistici durante l'assunzione di questo medicinale.

Questo medicinale può influenzare i risultati di alcuni test medici. Informi il medico se sta assumendo clorpromazina.

Se hai bisogno di una rachicentesi (puntura lombare) o di qualsiasi tipo di radiografia o risonanza magnetica del midollo spinale, informi il medico in anticipo che sta assumendo clorpromazina.

Non interrompere improvvisamente il trattamento con clorpromazina perché questo farmaco può causare dipendenza. Chiedi al tuo medico come interrompere in modo sicuro l'uso di questo farmaco.

Qual è la dose di clorpromazina?

Dose per adulti

Psicosi

  • Iniezione nel muscolo (intramuscolare): 25-50 mg ripetuti ogni 6-8 ore. Sostituita immediatamente con terapia orale.
  • Orale: 25 mg possono essere somministrati in dose singola durante la notte.
  • Dose di mantenimento: 25-100 mg aumentati a più di 1 gr al giorno come richiesto nei pazienti psicotici.

Nausea e vomito

La dose iniziale è di 25 mg per iniezione intramuscolare, seguita da 25-50 mg ogni 3-4 ore fino all'arresto del vomito.

Singhiozzo irrisolto

  • La dose iniziale viene somministrata 25-50 mg 3-4 volte al giorno per 2-3 giorni. Se non mostra risultati, possono essere somministrati 25-50 mg per iniezione intramuscolare.
  • Se ancora necessario, possono essere somministrati 25-50 mg in 500-1000 ml di soluzione salina normale mediante infusione endovenosa ad azione lenta.

Dose bambino

Psicosi

Iniezione nel muscolo (intramuscolare):

  • Per i bambini di età compresa tra 1 e 12 anni: 500 mcg per kg di peso corporeo ogni 4-6 ore.
  • Dose massima per i bambini sopra i 5 anni: 75 mg al giorno
  • Bambini 1-5 anni: 40 mg al giorno.

Orale

  • Età 1-12 anni: 500mcg per chilogrammo di peso corporeo ogni 4-6 ore.
  • Dose massima per oltre 5 anni: 75 mg al giorno
  • Età 1-5 anni: 40 mg al giorno.

Nausea e vomito

Intramuscolare:

  • Bambini 1-12 anni: 500mcg per chilogrammo di peso corporeo ogni 4-6 ore.
  • Dose massima: ai bambini di età superiore ai 5 anni possono essere somministrati 75 mg al giorno, mentre ai bambini di età compresa tra 1 e 5 anni possono essere somministrati 40 mg al giorno.

Singhiozzo irrisolto

  • Età 1-12 anni: 500mcg per chilogrammo di peso corporeo ogni 4-6 ore.
  • Dose massima: oltre 5 anni somministrati 75 mg al giorno, mentre 1-5 anni: 40 mg al giorno.

Dose anziani

La dose iniziale delle preparazioni iniettabili è 1/3-½ della normale dose per adulti. Seguita da preparazioni orali se ancora necessarie con la determinazione della stessa dose.

La clorpromazina è sicura per le donne in gravidanza e in allattamento?

NOI. La Food and Drug Administration non ha incluso questo farmaco in nessuna categoria a causa della ricerca limitata.

Finora, l'uso di questo farmaco nelle donne in gravidanza si basa sul consiglio di un medico. L'uso è consigliato solo quando assolutamente necessario ei benefici superano i rischi per il feto.

Questo farmaco ha dimostrato di essere assorbito nel latte materno, quindi il farmaco è controindicato nelle madri che allattano.

Quali sono i possibili effetti collaterali della clorpromazina?

Il rischio di effetti collaterali che possono verificarsi durante l'assunzione di clorpromazina (CPZ/clorpromazina) è il seguente:

  • Segni di una reazione allergica: orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, delle labbra, della lingua o della gola.
  • L'uso a lungo termine della clorpromazina può causare gravi disturbi del movimento che potrebbero non essere curati. Più a lungo usi la clorpromazina, più è probabile che sviluppi questo disturbo, soprattutto se sei anziano.
  • Movimenti muscolari incontrollati del viso (masticare, accigliarsi, movimenti della lingua, sbattere le palpebre o movimenti oculari)
  • Rigidità al collo, senso di oppressione alla gola, difficoltà a respirare o a deglutire
  • Sensazione di vertigini, come se stessi per svenire;
  • Confusione, agitazione, irrequietezza, disturbi del sonno
  • Il corpo diventa debole
  • Seni gonfi o perdite
  • Crisi
  • Ittero (ingiallimento della pelle o degli occhi);
  • Basso numero di globuli bianchi caratterizzato da febbre, brividi, ulcere della bocca, piaghe della pelle, tosse, difficoltà respiratorie, vertigini.
  • Una grave reazione del sistema nervoso è caratterizzata da muscoli molto rigidi, febbre alta, sudorazione, confusione, battito cardiaco accelerato o sbilanciato, tremori, sensazione di svenimento.

Alcuni degli effetti collaterali comuni dopo l'assunzione di questo farmaco:

  • Assonnato
  • Bocca secca o naso chiuso
  • Visione offuscata
  • Stipsi
  • Impotenza, difficoltà ad avere un orgasmo.

Avvertimento e attenzione

Non dovresti usare clorpromazina se hai una storia di allergia alla clorpromazina o ad altre fenotiazine (come flufenazina, perfenazina, proclorperazina, prometazina, tioridazina o trifluoperazina).

Non assumere questo farmaco se hai assunto alcol o farmaci che causano sonnolenza, come i farmaci antinfiammatori.

La clorpromazina può aumentare il rischio di morte negli anziani con psicosi associata alla demenza e non è approvata per questo uso.

Informi il medico se ha una storia delle seguenti malattie:

  • Asma grave, enfisema o altri problemi respiratori
  • Allergia ai solfiti
  • Soppressione del midollo osseo
  • Cardiopatia
  • Malattia del fegato o dei reni
  • Tumore al seno
  • Glaucoma
  • morbo di Parkinson
  • Crisi
  • Blocco nell'intestino
  • Tumore cerebrale
  • Feocromocitoma (tumore della ghiandola surrenale)

Non somministrare questo medicinale ai bambini senza consiglio medico. Consultare un medico se si desidera somministrare la clorpromazina a un bambino che ha la febbre o gravi sintomi influenzali.

L'uso di farmaci antipsicotici negli ultimi 3 mesi di gravidanza può causare problemi di salute, problemi respiratori, disturbi alimentari o sintomi di astinenza nei neonati.

Non interrompere improvvisamente il trattamento perché questo farmaco può causare sintomi di dipendenza.

Inoltre, questo farmaco non è destinato alle madri che allattano.

Evita di guidare o di svolgere attività faticose pericolose dopo aver usato questo medicinale. Questo medicinale può causare sonnolenza e debolezza.

Evita di alzarti troppo velocemente da una posizione seduta o sdraiata poiché questo medicinale può farti venire le vertigini.

Evitare l'esposizione al sole o lettini abbronzanti. La clorpromazina può rendere la pelle più soggetta a scottature. Indossa indumenti protettivi e usa la protezione solare (SPF 30 o superiore) quando sei all'aperto.

L'uso di clorpromazina con altri medicinali che ti fanno venire sonno può peggiorare gli effetti di questi farmaci. Consultare il proprio medico prima di utilizzare farmaci oppioidi, sonniferi, miorilassanti, farmaci per l'ansia o convulsioni.

Assicurati di controllare regolarmente la tua salute e quella della tua famiglia tramite Good Doctor 24/7. Scarica qui per consultare i nostri partner medici.