Salute

Scopri di più sulla dislessia, la malattia del genio Albert Einstein

Hai mai sentito parlare di dislessia? O solo la prima volta e quindi ti chiedi cos'è la dislessia? Questo disturbo dell'apprendimento è ancora estraneo alle orecchie del popolo indonesiano. Anche se in Indonesia ci sono molti malati.

Segnalato Bussola, Riyani T Bondan, presidente dell'Associazione indonesiana per la dislessia, ha affermato che dal 10 al 15 percento degli scolari nel mondo soffre di dislessia.

Con il numero di studenti delle scuole in Indonesia intorno ai 50 milioni, almeno 5 milioni di loro sono persone con questo disturbo dell'apprendimento. Diverse figure famose sono anche note per avere questa malattia.

A partire da Albert Einstein, poi celebrità come Tom Cruise e Orlando Bloom, e Lee Kuan Yew, l'ex Primo Ministro di Singapore.

Leggi anche: Può superare le allergie, questi sono gli effetti collaterali della cetirizina che dovresti sapere

Cos'è la dislessia?

dislessia. Fonte foto: //www.weareeachers.com/

La dislessia è un disturbo dell'apprendimento che fa sì che i malati abbiano difficoltà a elaborare il linguaggio a partire dalla lettura, dall'ascolto e dalla scrittura.

Questo disturbo attacca l'area del cervello che elabora il linguaggio e non ha assolutamente alcun effetto sulla vista o sull'intelligenza del malato.

I dislessici sono intelligenti quanto le persone normali. Questa malattia può verificarsi nei bambini, negli adolescenti e negli adulti. Segnalato linea della saluteEsistono 3 tipi di dislessia:

  • disnemcinesia. Questo tipo colpisce anche le capacità motorie del malato. Avranno difficoltà a scrivere ogni lettera in una frase. I pazienti con questo tipo di solito scrivono al contrario.
  • disfonesia. Questo tipo implica la capacità di ascoltare o abilità uditive il malato. Ciò fa sì che il malato abbia difficoltà a pronunciare ogni parola o a comprendere il vocabolario straniero.
  • diseidesia. Questo tipo comporta disturbi nelle capacità visive del malato. Di conseguenza, i malati hanno difficoltà a comprendere le parole o le frasi che leggono. Inoltre, questo tipo causa anche difficoltà nella comprensione delle parole dai suoni.

Dopo aver capito cos'è la dislessia, ecco alcuni dei sintomi della dislessia nei bambini, negli adolescenti e negli adulti.

I sintomi della dislessia

Ogni individuo di solito ha una varietà di sintomi diversi. Tuttavia, mostrano spesso lo stesso modello.

Inoltre, i sintomi che si presentano differiscono anche a seconda dell'età del malato. Quando i bambini piccoli, questo sintomo è difficile da conoscere, i sintomi inizieranno a essere significativi quando il bambino entra in età scolare.

Di seguito sono riportati alcuni dei sintomi classificati in base all'età del malato:

1. I sintomi della dislessia nei bambini

I genitori di solito hanno difficoltà a identificare i sintomi nei bambini che non sono entrati in età scolare.

Tuttavia, se tuo figlio ha alcuni di questi sintomi, è possibile che sia dislessico:

  • Discorso in ritardo rispetto ad altri bambini della sua età
  • Il processo di apprendimento di nuove parole è molto lento
  • Difficoltà a formare o pronunciare correttamente parole con suoni simili. Come un "mercato" con una "recinzione", la "punta" diventa una "fossa"
  • Difficoltà a ricordare lettere, numeri e colori
  • Difficoltà a giocare con ritmo o rima
  • Non mi interessa imparare a scrivere le lettere

2. Sintomi della dislessia nei bambini in età scolare

Quando si entra in età scolare, i sintomi saranno più facilmente identificati. In questo caso, si consiglia ai genitori di stabilire una buona comunicazione con gli insegnanti a scuola.

Ecco alcuni sintomi che sono spesso vissuti dai bambini in età scolare, tra i 5 ei 12 anni:

  • Capacità di lettura sotto i bambini della sua età
  • Difficoltà a elaborare e comprendere le parole che sente
  • Confuso nel trovare le parole giuste quando si risponde alle domande
  • Hai problemi a sistemare le cose
  • Difficoltà a leggere e ascoltare lettere o parole simili in una frase
  • In grado di rispondere fluentemente alle domande parlando, ma avendo difficoltà a rispondere per iscritto
  • Incapace di pronunciare suoni dal vocabolario straniero
  • Difficoltà nell'ortografia
  • Spesso scrive lettere simili al contrario, come 'd' e 'b' o 'm' e 'w'
  • Ci vuole molto tempo per scrivere e ha una grafia scadente
  • Ci vuole molto tempo per svolgere attività legate alla lettura o alla scrittura
  • Evita le attività che comportano la lettura

3. Sintomi negli adolescenti e negli adulti

Sia negli adulti che negli adolescenti, i sintomi che si presentano sono simili a quelli dei bambini. Ecco alcuni sintomi negli adolescenti e negli adulti:

  • Difficoltà a leggere e parlare ad alta voce
  • Capacità di lettura e scrittura lente
  • Difficoltà a scrivere ciò che vogliono esprimere. Anche quando parlano molto fluentemente e capiscono, trovano difficile scriverlo per iscritto
  • Hai problemi a scrivere le parole
  • Difficoltà a riassumere una storia
  • Capacità di apprendimento delle lingue straniere lenta
  • Difficoltà a memorizzare qualcosa come una password o un PIN
  • Avere difficoltà a fare problemi di matematica

Cause della dislessia

Dopo aver saputo cos'è la dislessia, è necessario conoscerne anche la causa. Tuttavia, finora i ricercatori non hanno trovato con certezza la causa principale di questo disturbo dell'apprendimento.

Sebbene si creda che ci sia un legame genetico in questo. Ecco alcune delle cause che possono causare l'attacco di questa malattia:

1. Fattori genetici ed ereditari

Segnalato da capito.org, la dislessia di solito è familiare. Circa il 40% dei fratelli di persone con dislessia manifesta anche sintomi di questo disturbo.

Allo stesso modo, anche il 49% dei genitori di bambini dislessici presenta gli stessi sintomi. I ricercatori hanno anche scoperto che esiste un legame tra i geni ei problemi con l'elaborazione del linguaggio.

2. Anatomia e attività cerebrale

Ancora segnalato da capito.org, uno studio sull'imaging cerebrale o sull'imaging cerebrale ha rilevato differenze nell'anatomia del cervello tra le persone con dislessia e la gente comune.

Questa differenza si riscontra nelle aree del cervello che svolgono un ruolo nella capacità di lettura. Questa capacità consente a una persona di comprendere il suono di ogni parola e com'è scriverla.

Tuttavia, il cervello può cambiare e svilupparsi. Un altro studio ha mostrato cambiamenti nell'attività cerebrale nei pazienti dislessici dopo aver ricevuto la terapia.

fattore trainante

Sapere cos'è la dislessia non è sufficiente se non è abbinato alla conoscenza dei fattori trainanti per il verificarsi di questa condizione.

Segnalato Mayo ClinicUna persona ha un rischio maggiore di sviluppare la dislessia se presenta alcuni dei seguenti fattori:

  • Avere un familiare che soffre di dislessia o altri disturbi dell'apprendimento
  • Nascita prematura o basso peso alla nascita
  • Esposizione a nicotina, droghe, alcol o infezioni durante l'utero. Questa esposizione può influenzare lo sviluppo del cervello fetale
  • Ha una differenza nella parte del cervello che svolge un ruolo nella capacità di lettura

Complicazioni che possono sorgere

Oltre a causare difficoltà nell'elaborazione del linguaggio, la dislessia può anche causare altri problemi a chi ne soffre:

  • Difficoltà a socializzare. La mancanza di conoscenza della dislessia può far sì che una persona si senta meno sicura, disturbi comportamentali, ansia, ritiro dalla cerchia degli amici e altri.
  • Difficoltà di apprendimento. La lettura è un'abilità di base molto importante. La dislessia può ostacolare i malati nel processo di apprendimento.
  • Problemi da adulto. Quando una persona sperimenta la dislessia da bambino, è meno in grado di svilupparsi alla pari degli altri bambini della sua età. Questo può avere effetti a lungo termine sulla sua vita da adulto.
  • potenziale ADHD (Sindrome da deficit di attenzione e iperattività). I bambini con dislessia hanno un alto rischio di sviluppare l'ADHD. Di conseguenza, i bambini sono difficili da mettere a fuoco, iperattivi, impulsivi e rendono i sintomi della dislessia difficili da trattare.
  • Inoltre, la dislessia può anche causare a chi ne soffre discalculia o difficoltà a ricordare i numeri. Hanno anche una scarsa memoria a breve termine e capacità di gestione meno ben organizzate.

Come diagnosticare la dislessia nei bambini

Come sapere o diagnosticare con certezza se qualcuno ha la dislessia? Il modo migliore è fare una serie di test con il medico.

Prima viene diagnosticata la malattia, più efficace sarà la terapia per trattare i sintomi. Puoi iniziare consultando uno specialista in dislessia o uno psicologo dell'educazione.

Ecco alcuni test che i medici di solito eseguono per diagnosticare la dislessia:

  • Test della vista
  • Test dell'udito
  • Prova di lettura
  • Test psicologico
  • Conoscenza del vocabolario
  • Abilità decodifica o la capacità di leggere nuovi vocaboli con la conoscenza dei suoni di ogni lettera
  • Test elaborazione fonologica, o come il cervello elabora il suono delle parole
  • Informazioni sul contesto familiare, inclusa la storia familiare di questa malattia
  • Questionario sullo stile di vita e sulla vita lavorativa

Questo disturbo dell'apprendimento non può essere curato, ma il trattamento il prima possibile può aiutare il processo di apprendimento del bambino a essere più ottimale.

Quindi, se tuo figlio o tu stesso manifesti alcuni dei sintomi di cui sopra, dovresti contattare immediatamente uno specialista per ottenere la giusta terapia.

Terapia della dislessia

Dopo che i medici o i terapisti hanno formulato una diagnosi di persone con questo disturbo, di solito determinano la strategia terapeutica o il piano di apprendimento appropriati.

Per i bambini che hanno difficoltà ad abbinare le lettere ai suoni che sentono e hanno difficoltà ad abbinare i loro significati, di solito si consiglia di partecipare a un programma di lettura.

Il programma di lettura mira ad apprendere ogni lettera e il suo suono (fonetica), impara a leggere più velocemente, capisci cosa sta leggendo e migliora le capacità di scrittura.

Esistono 2 tipi di programmi di lettura che vengono spesso utilizzati per migliorare le competenze linguistiche, ovvero:

  • Metodo Orton-Gillingham. In questo metodo, i bambini imparano passo dopo passo ad abbinare le lettere ai loro suoni. Quindi riconosci il suono delle lettere nelle parole.
  • Metodo multisensoriale. In questo metodo, i bambini sono invitati a massimizzare tutti i sensi che hanno. Dal tatto, dalla vista, dall'udito, dall'olfatto e dal movimento. Ad esempio, i bambini impareranno a scrivere lettere nella sabbia.

Strategia di studio

Ci sono diversi suggerimenti che possono aiutare i bambini e gli adulti che sono sottoposti a terapia di apprendimento. Segnalato da WebMD, ecco alcuni trucchi che puoi provare:

  • Leggere in un posto tranquillo senza troppe distrazioni
  • Ascolto di libri sotto forma di audiolibro da un CD o da un computer e leggere mentre il libro è in riproduzione
  • Impara tutti i compiti lentamente e dividili in sezioni per renderli più facili da capire
  • Chiedi aiuto al tuo insegnante, al tuo manager o ad altre persone quando hai problemi
  • Unisciti a un gruppo di persone con dislessia per condividere tra loro
  • Non dimenticare di riposarti a sufficienza e di mantenere una dieta sana

Leggi anche: Cosa succede al tuo corpo durante il digiuno? Dai, dai un'occhiata ai fatti qui

Suggerimenti per affrontare la dislessia nei bambini

Una comprensione di cosa sia la dislessia deve anche essere dotata di suggerimenti per la gestione della condizione. Oltre a consultare e sottoporsi a terapia con parti mediche, ci sono diverse cose che possono essere fatte a casa per incoraggiare il successo del processo terapeutico.

1. Suggerimenti per i genitori con bambini dislessici

I genitori sono i principali attori che hanno una grande influenza sul successo della terapia per i bambini dislessici. Ecco alcune cose che i genitori possono fare:

  • Risolvi il problema il prima possibile. Se scopri che tuo figlio ha sintomi di dislessia, contatta immediatamente il pediatra.
  • Leggi ad alta voce con i bambini. Inizia a leggere libri a tuo figlio a partire dall'età di 6 mesi o anche prima. Quando il bambino è più grande, invitalo a leggere insieme.
  • Coordinamento con la scuola. Se il bambino è entrato in età scolare, discutere tutti i problemi con l'insegnante del bambino.
  • Incoraggia i bambini a leggere molto. Per poter migliorare le capacità di lettura, i genitori dovrebbero incoraggiare i bambini a esercitarsi più spesso.
  • Dai il buon esempio. I bambini sono grandi imitatori, se dici loro di leggere, dai prima l'esempio a te stesso.

2. Suggerimenti per adulti con dislessia

Come discusso nel punto precedente, la dislessia può essere vissuta anche dagli adulti. In tal caso, ecco alcuni suggerimenti per te:

  • Cerca persone, amici, insegnanti o qualsiasi altra cosa che possa aiutarti a valutare e insegnare a leggere e scrivere
  • Sii aperto con colleghi, capi e coloro per cui lavori se soffri di dislessia
  • Approfitta della tecnologia. È possibile utilizzare un'applicazione di registrazione vocale o un'applicazione discorso al testo per aiutare con il lavoro quotidiano relativo alla lettura e alla scrittura.

Consulta i tuoi problemi di salute e la tua famiglia attraverso il servizio Good Doctor 24/7. I nostri partner medici sono pronti a fornire soluzioni. Dai, scarica l'applicazione Good Doctor qui!